L’anno che verrà – Winter Edition 2012

Puntuali come lo sconto sui panettoni al supermercato dalla mattina di ieri, eccoci qua con l’elenco di film che speriamo non saremo costretti a vedere, con link e trailer, quando ci sono.

Sotto i nani /1

"E salutami quel pelatone di papà tuo"

In un impeto di rutilante creatività, il regista Tarsem (Singh) ha deciso di rivisitare la fiaba di Biancaneve e i sette nani: i piccoletti, in questa coraggiosa reintepretazione, sono dei banditi e Biancaneve (Lily Collins, figlia di Phil) si unirà a loro per affrontare Grimilde (Julia Roberts). C’è gente che già paragona questa rilettura all’Alice di Tim Burton: e il paragone è da intendersi come complimento. Quello che si capisce dal trailer è che Tarsem vuole fare ridere, ma anche impaurire, senza dimenticare la fiaba, ma anche senza dimenticare Bollywood (è ancora di moda?). Mirror Mirror (da noi uscirà come Biancaneve) è previsto per la fine di marzo. C’è tutto il tempo, quindi, di leggere un buon libro.

Sotto i nani /2

Charlize Theron si tiene in forma sollevando una villica

In un impeto di rutilante creatività, il regista Rupert Sanders ha deciso di rivistare la fiaba di Biancaneve e i sette nani: la protagonista, in questa coraggiosa reintepretazione, ha il volto e il corpo di Kristen Stewart, porta la corazza e mena mazzate di qua e di là. I nani non sono veri nani ma attori rimpiccioliti con il computer: tra questi Bob Hoskins e Ian McShane. Charlize Theron fa la regina cattiva che ammazza con cattiveria, per il resto c’è la CGI. Biancaneve e il cacciatore (a-ah! E sapete chi è? Thor, detto anche Chris Hemsworth) esce il primo giugno. C’è tutto il tempo, quindi, di vedere un buon film.

Trapasso in India

I giovani protagonisti del film esultano dopo avere scippato il gruppo di vecchi attori

Dei pensionati inglesi, un po’ annoiati, un po’ benestanti, un po’ con poco da vivere, decidono di trasferirsi in India e di vivere in un albergo di lusso. Ma verrà dato loro un pacco totale: però, visto che siamo in India, il solo fatto di trovarsi in quei luoghi mistici&magici cambierà le loro esistenze e i vecchietti (Judi Dench, Bill Nighy, Tom Wilkinson e Maggie Smith tra gli altri) capiranno molto di più di loro stessi e, a occhio e croce, uno di loro lascerà le penne nel subcontinente ma col sorriso sulla bocca. Garantisce il regista di Shakespeare in Love, John Madden che, dopo la mancata vittoria dell’Oscar nel 1999, parte in pole position per il premio equo e solidale e/o per il Cesso d’Oro della nostra trasmissione. Marigold Hotel esce alla fine di marzo. Aridatece Cocoon.

Una volta qui era tutta una sala prove

"Quanta nostalgia, quanto rock! Ah, quando la musica era musica, mica come... Paolo, cos'è la musica ora?"

Dev’essere difficile essere il fratello di Paolo Virzì: eppure, nonostante l’orrenda prova con l’esordio di L’estate del mio primo bacio (e so per certo che, solo leggendo il titolo, un membro del collettivo che ha avuto la fortuna di vedere il film sta avendo dei conati di vomito), Carlo Virzì ci riprova. Siccome il mix di amore-passato-e-nostalgia non aveva funzionato, Virzì (paziente come un alchimista) cambia formula, sostituendo la musica all’amore e mantenendo invariati gli altri elementi. Vediamo se funzia così. I più grandi di tutti, che esce ad aprile, narra di una band livornese (e di dove se no?), i Pluto, dimenticata da tutti tranne che da un fan che li ritroverà e bla bla bla. Che palle.

Riproviamoci /1

E ho detto tutto.

Quando Cado dalle nubi ha fatto il botto, in molti tra produttori e addetti ai lavori si saranno messi le mani nei capelli e avranno maledetto tutte le serate spese a leggere dei romanzi classici invece che ricercare nuovi talenti alla tivù. Ma, come spesso accade in Italia, l’exploitation la fa da padrone: ecco quindi, direttamente dallo Zelig, Jonny Groove il cui tormentone diventa il titolo del film che esce il 9 marzo. Ti stimo fratello è diretto dallo stesso Giovanni Vernia (il Groove di cui sopra), che interpreta il discotecaro Jonny e il più moderato Giovanni e da Paolo Uzzi. Occhio che se andate al cinema non potete cambiare canale.

Riproviamoci /2

Déjà-vu di un déja-vu di un brutto ricordo.

Un sessantenne squallido, per scappare da un boss mafioso, scappa in Lucania, dove viene scambiato per il capo animatore di un villaggio turistico. Se pensate a una trama del genere vedrete che, anche con un cast stellare immaginario, non ne può venire fuori nulla di buono. Ma se alla regia di questo film ci mettete Claudio Fragasso e lo fate interpretare da Jerry Calà, Enzo Salvi e Valeria Marini, capite che Operazione vacanze non è un titolo qualsiasi. Serviva davvero uno spin-off di Professione vacanze? E perché nei panni del boss c’è Francesco Pannofino? Comunque ‘sta monnezza esce a febbraio. Alla faccia di Libeccio.

La solita minestra

Un cuoco blasonato (Jean Reno) rischia di perdere una stella dalla valutazione del suo famoso ristorante. Un cuoco geniale ma sfigato (Michaël Youn) si arrabatta tra ospedali e fast food. Ma quando i due si incontreranno le loro vite diverranno migliori. Ovviamente. Pare che The Chef (in originale Comme un chef) si destinato a grandi successi in Francia. Da noi esce ad aprile, ma sinceramente preferiamo rimanere a digiuno. Aridatece Ratatouille.

Povero Diavolo

Effetti del ponentino su Maria Rossi

Maria Rossi (sì, davvero) uccide tre persone durante un rito di esorcismo e sua figlia vuole vederci chiaro: va quindi in Italia per indagare sulle pratiche di esorcismo non autorizzate dal Vaticano. Questa la trama di L’altra faccia del diavolo, in originale The Devil Inside, film de paura a basso costo prodotto con i criteri che hanno fatto la fortuna di quella porcata di Paranormal Activity, tant’è che anche questo è firmato Insurge. Effettazzi, urla, gente che si contorce, occhi pallati, preti e qualche carrellata (a distanza) sulla Basilica di San Pietro: e il dimonio è servito. L’uscita è prevista per metà marzo.

Mission Impossible

"Siamo qua perché il rischio che il film sia diuretico è fortissimo: vogliamo farci trovare pronti."

Lo sappiamo, Molto forte incredibilmente vicino è stato un caso letterario e il film tratto dal romanzo di Jonathan Safran Foer è già in odore di Oscar. Però scusate: perché la somma di piccolo genio + morte di genitore + romanzo culto + 11 settembre + regista di The Hours + Sandra Bullock non sia una schifezza ignobile ci vuole un miracolo. E il bolsissimo Tom Hanks non aiuta per nulla la difficile operazione. Siamo ovviamente prontissimi a ricrederci: lo giuriamo sul naso posticcio di Nicole Kidman / Virginia Woolf.

Animali sfigati

L'attrice nel mezzo non è stata pagata abbastanza per celare il disgusto

Cosa c’è di più zuccheroso, triste e attira-rogna della storia di un delfino che perde la coda per una rete a strascico, di un bambino che gli si affeziona, di un dottore esperto in protesi impossibili che studia una soluzione, un uomo d’affari crudele che vuole radere al suolo un acquario e un soldato amputato? Il fatto che sia una storia vera e che sia girato in 3D. Rimangono pochissimi giorni prima dell’uscita di L’incredibile storia di Winter il delfino, di cui abbiamo già parlato in onda perché, quando abbiamo visto il trailer, neanche noi volevamo crederci.

Le prove evidenti del fatto che siamo ancora nel pieno della crisi economica

Bob, guarda che si capisce che sei tu, dai, vieni fuori.

Due psicologi, Sigourney Weaver e Cillian Murphy, iniziano a contrastare la genuinità dei poteri di un medium, Robert De Niro.
Ehm, da capo.
Due psicologi, Sigourney Weaver e Cillian Murphy, iniziano a contrastare la genuinità dei poteri di un medium, Robert De Niro.
È inutile che facciate quella faccia, perché questa è la trama di Red Lights, il nuovo imprescindibile thriller di Rodrigo Cortés, quello del pacco Buried.
Noi di SecondaVisione, dal canto nostro, stiamo pensando di aprire un conto PayPal per il povero Bob, perché di continuare a vederlo in questi film non abbiamo più il cuore.

(Qui le edizioni 2004, 2005, 2006, 2007, 2008, 2009 estate, 2010 inverno, 2010 estate, 2011 inverno e 2011 estate)

2 Comments

  1. icittadiniprimaditutto
    Posted 11 gennaio 2012 at 10:51 | Permalink | Rispondi

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. Wappo
    Posted 12 gennaio 2012 at 20:52 | Permalink | Rispondi

    mah…dai che dopo sta stagione arriva prometheus

One Trackback

  1. [...] 2004, 2005, 2006, 2007, 2008, 2009 estate, 2010 inverno, 2010 estate, 2011 inverno, 2011 estate e 2012 inverno) Share this:CondivisioneEmailTwitterFacebookStampaRedditDiggStumbleUponLike this:Mi piaceBe the [...]

Pubblica un Commento

Required fields are marked *

*
*

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 62 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: