La rassegna stampa del sabato

Se la tagli non vola più. La scorsa settimana avevamo accennato ai tagli previsti da Mediaset sul budget destinato alla fiction televisiva. A quanto pare anche la Rai si prepara a fare lo stesso, sollevando così le proteste di Anica e Apt (Associazione produttori televisivi). Nel comunicato stampa congiunto le due associazioni parlano di “innumerevoli pratiche vessatorie e unilaterali che la Rai impone nei rapporti con i produttori, gli autori e i lavoratori e in tema di diritti”, tema sul quale verrebbe voglia di saperne di più.

Indie blockbuster franchise. Sembra un ossimoro, ma non lo è del tutto, secondo Kristin Thompson, che analizza il modo in cui è cambiata la produzione di franchise non finanziati direttamente dalle majors, da Il signore degli anelli fino a New Moon.

Quelli del Dams. Sembra il nome di un gruppo su FB e invece è il titolo di un film di 40 minuti diretto da Paolo Angelini, con una formula produttiva e organizzativa interessante. Cast artistico e tecnico composto da studenti della laurea magistrale in Cinema, televisione e produzione multimediale dell’Università di Bologna, produzione di due piccole realtà bolognesi, Freim e Maxman. L’Università, insomma, usata come nodo di relazioni e non come finanziatrice. E interessante è anche il modo, un po’ documentario di MTV un po’ sit-com, con cui i sei protagonisti si raccontano e parlano dei loro desideri, lontanissimo dalla retorica maledettista del Dams. L’obiettivo è quello di diventare una serie TV: in bocca al lupo. Sul sito del film sono visibili anche la stroncatura preventiva della youtube star Barbie Xanax e l’endorsement preoccupato di Stefano Bonaga.

Terremoto in Emilia. Non si tratta certo del problema principale, ma il Giornale dello Spettacolo segnala che la sequenza di terremoti che sta sfiancando l’Emilia ha danneggiato pesantemente anche cinema e strutture dello spettacolo in generale.

State buoni se potete. Con la scusa di parlare del santo del giorno, per la cronaca San Filippo Neri, Leonardo tira fuori dal dimenticatoio un film realizzato da Luigi Magni per la Rai nel 1983. Non l’avete mai visto e ne volete approfittare? Lo trovate tutto qui.

About these ads

Un commento

  1. icittadiniprimaditutto
    Inviato 4 giugno 2012 alle 10:20 | Permalink | Rispondi

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

Pubblica un Commento

Required fields are marked *

*
*

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 59 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: