Archivio autore: tommy

Adieu, Chris…

«Mourir est tout au plus l’antonyme de naître. L’antonyme de vivre reste à trouver» Chris Marker

Ciao, Ernest…

Diario di un maestro, Vittorio De Seta, 1973

È successo così: scopro improvvisamente che, allegato a un noto quotidiano meneghino, è uscito finalmente in dvd, dopo 40 anni di oblio, Diario di un maestro di Vittorio De Seta, un film che da anni tento di recuperare. Mi scapicollo nell’edicola più vicina a comprarlo, per poi scoprire, esattamente dieci minuti dopo l’estatico acquisto, che quello […]

Au Revoir, Claude…

Addio, Erland…

“Tutto può accadere. Tutto è possibile e verosimile. Il tempo e lo spazio non esistono. Su una base insignificante di realtà, l’immaginazione fila e tesse nuovi disegni”

So Long, Ben…

Il nostro viaggio nel cinepanettone: Natale a Beverly Hills, Neri Parenti, 2009

Fino a che punto l’ho visto? Tutto, nonostante svariate tentazioni di andare avanti veloce. Ma il dannato senso di colpa per aver scritto così poco sul blog mi ha condannato ormai a sorbettarmi questi interminabili 100 minuti con un’attenzione e uno scrupolo simile a quelli che avrei nella visione di Gertrud di Dreyer. Riusciamo a […]

Speciale Natale Horror: Santa’s Slay, David Steiman, 2005

Con lo specialone sui Cinepanettoni in pausa per una settimana, onde evitarne l’indigestione, prosegue la carrellata sui Babbi Natali più cattivi di sempre. Oggi, Santo Natale, è la volta di quello wrestler che perse una scommessa a curling e che ritorna più arrabbiato che mai a bordo di una slitta trainata da un cervo infernale. […]

Il Nostro Viaggio nel Cinepanettone: A spasso nel tempo – L’avventura continua, Carlo Vanzina, 1997

Fino a che punto l’ho visto? Ahimè tutto. Facendo una fatica cane e guardando ogni 5 minuti l’orologio. Oltretutto in un periodo in cui non ho tempo per guardare molti film causa visione di sette serie tv in contemporanea. Ho cercato in tutti i modi di distrarmi, bramando spasmodicamente che qualcuno mi disturbasse. Niente. 86 […]

Mildred Pierce, Todd Haynes, 2011

Piccola avvertenza: in questo post abbonderanno paroloni che iniziano con la s come “straordinario”, “stupefacente”, “sorprendente”, persino “sfolgorante”, e tutte le declinazioni possibili di “incredibile” – ho un bel dizionario di sinonimi di fianco a me – su su fino ad arrivare al fatidico termine “capolavoro”. Troverete anche l’avverbio “fassbinderianamente”. Quindi rassegnatevi. Del resto non […]

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 59 follower