Dammi solo un minuto: Il grande e potente Oz

Oz

“Dammi solo un minuto” è una rubrica del programma radio Seconda Visione. Durante la puntata chiediamo agli spettatori di scegliere (via mail o sms) uno dei conduttori per fargli riassumere in un minuto trama e giudizio di uno dei film in scaletta.

E rieccoci con l’appuntamento ginnico: ormai di sentire una voce sola non avete voglia e quindi, ancora una volta, vi presentiamo uno split: il film è Il grande e potente Oz; i primi 30″ sono di Tommaso (trama), il resto è a carico di Francesco (giudizio). Il tutto indossando le scarpette rosse (autorizzate dalla MGM).


Dammi solo un minuto: Educazione Siberiana per due

14_1

“Dammi solo un minuto” è una rubrica del programma radio Seconda Visione. Durante la puntata chiediamo agli spettatori di scegliere (via mail o sms) uno dei conduttori per fargli riassumere in un minuto trama e giudizio di uno dei film in scaletta.

Ci avete preso gusto, malefici ascoltatori, a “farcelo fare strano”. E quando non ci pensate voi, ce lo facciamo da solo. I voti arrivati da casa stabilivano che Tommaso avrebbe dovuto parlare per un minuto dell’ultimo scarso film di Salvatores, ma abbiamo deciso (come sentirete) di raddoppiare con una variante: ecco a voi un doppio “Dammi solo un minuto”, con un classico Tommaso e uno spiantatissimo Francesco che parla di Educazione Siberiana con accento indefinito e indefinibile.


Dammi solo un minuto: Pinocchio

I due conduttori di SecondaVisione omaggiati dal regista

I due conduttori di SecondaVisione omaggiati dal regista

“Dammi solo un minuto” è una rubrica del programma radio Seconda Visione. Durante la puntata chiediamo agli spettatori di scegliere (via mail o sms) uno dei conduttori per fargli riassumere in un minuto trama e giudizio di uno dei film in scaletta.
Il ritorno della rubrica vi vede, cari ascoltatori, sempre più perversi: la sfida lanciata sarebbe stata 30” a testa sul film di Enzo D’Alò, con i conduttori che imitano la voce dell’altro. Ma come imitare l’inimitabile Tommaso?


Dammi solo un minuto (locura version): Chi ha incastrato Roger Rabbit?

who-framed-roger-rabbit

“Dammi solo un minuto” è una rubrica del programma radio Seconda Visione. Durante la puntata chiediamo agli spettatori di scegliere (via mail o sms) uno dei conduttori per fargli riassumere in un minuto trama e giudizio di uno dei film in scaletta.

Momento di locura totale, martedì: gli ascoltatori iniziano a mandare voti affinché Francesco torni al 1988 e alla sua visione del capolavoro di Robert Zemeckis Chi ha incastrato Roger Rabbit? Pazziamo!


Dammi solo un minuto: Lincoln

Il regista indica a Tommy i secondi rimanenti per la prova

Il regista indica a Tommy i secondi rimanenti per la prova

“Dammi solo un minuto” è una rubrica del programma radio Seconda Visione. Durante la puntata chiediamo agli spettatori di scegliere (via mail o sms) uno dei conduttori per fargli riassumere in un minuto trama e giudizio di uno dei film in scaletta.

Tommaso, Tommaso, Tommaso! Torniamo alla normalità: un film, un conduttore. Il film, questa volta, è Lincoln, di Steven Spielberg. Il nostro prode radiofonico Tommy riesce a parlare di 150′ di durata nei canonici sessanta secondi di rubrica. Una grande impresa.


Speciale Dammi solo un minuto: Valerio Berruti su La migliore offerta

Valerio-Berruti-La-Rivoluzione-Terrestre-foto-Stefania-Spadoni-2

“Dammi solo un minuto” è una rubrica del programma radio Seconda Visione. Durante la puntata chiediamo agli spettatori di scegliere (via mail o sms) uno dei conduttori per fargli riassumere in un minuto trama e giudizio di uno dei film in scaletta.

Talvolta, però, ospiti imprevisti si appassionano al microformat e si candidano alla prova. Martedì scorso il pittore e scultore Valerio Berruti è passato dai nostri studi e, dopo averci sentito alle prese con i film di Tarantino e Assayas, ha deciso di attaccare in sessanta secondi l’ultimo film di Peppuccio Tornatore, La migliore offerta. Sentite qua…


Dammi solo un minuto: Django Unchained e Qualcosa nell’aria

155363_7517

“Dammi solo un minuto” è una rubrica del programma radio Seconda Visione. Durante la puntata chiediamo agli spettatori di scegliere (via mail o sms) uno dei conduttori per fargli riassumere in un minuto trama e giudizio di uno dei film in scaletta.

Il solito democristiano pubblico di SecondaVisione! Due film in scaletta, due conduttori e loro cosa fanno? Equiparano, dividono, accomodano. Ecco a voi, quindi, trenta secondi di Tommaso su Django Unchained e trenta secondi di Francesco su Qualcosa nell’aria.


Dammi solo un minuto: Lo Hobbit – Un viaggio inaspettato e La parte degli angeli

Il dettaglio del calendario Maya dov'era previsto il "Dammi solo un minuto" della puntata di ieri. Là, vicino a Frate Indovino.

Il dettaglio del calendario Maya dov’era previsto il “Dammi solo un minuto” della puntata di ieri. Là, vicino a Frate Indovino.

“Dammi solo un minuto” è una rubrica del programma radio Seconda Visione. Durante la puntata chiediamo agli spettatori di scegliere (via mail o sms) uno dei conduttori per fargli riassumere in un minuto trama e giudizio di uno dei film in scaletta.

Nell’ultima puntata del 2012 (e forse di sempre, vediamo come butta dopodomani), siete stati corretti. Due film in scaletta da trattare in sessanta secondi, il tutto diviso equamente tra i conduttori. Comincia Tommy con Lo Hobbit, conclude Francesco con La parte degli angeli.


Dammi solo un minuto: La bicicletta verde

La-bici-verde-a22069097

Non è quella del film, ma è local

“Dammi solo un minuto” è una rubrica del programma radio Seconda Visione. Durante la puntata chiediamo agli spettatori di scegliere (via mail o sms) uno dei conduttori per fargli riassumere in un minuto trama e giudizio di uno dei film in scaletta.

Nella puntata di Campagna Abbonamenti nessuna pietà: non annunciamo neanche la rubrica, ma il pubblico reclama a gran voce Tommaso affinché riassuma in 60 secondi un film abbastanza inutile come La bicicletta verde. E lui lo fa.


Il duro mestiere della vita

ImmagineC’è crisi. E Radio Città del Capo, casa madre del secondavisione project, dedica alla crisi la sua annuale campagna abbonamenti. (Non sapete cos’è la campagna abbonamenti? Correte qui!). Ma non lo facciamo per lamentarci. Al contrario, lo slogan è: “Trattiamoci meglio”.

E come si fa a trattarsi meglio quando si parla di cinema? Noi di secondavisione ci abbiamo pensato a lungo e alla fine abbiamo deciso: parliamo di film brutti, bruttissimi. I film più brutti della vita. Perché tutti sono capaci di spendere tempo e denaro in film belli e intelligenti, ma poter fare lo stesso con i film brutti è un segno inequivocabile di lusso. Chi si concede il brutto, anche senza saperlo, si vuole veramente bene.

E allora giovedì 15 dicembre dalle 17 alle 18 sintonizzatevi sui 96.250 o 94.700, se siete a Bologna, o ascoltateci in streaming, e diteci in diretta qual è il film più brutto della vostra vita, quello che non perdonerete mai. Che poi è sicuramente lo stesso film che vi ha permesso di risolvere tante serate e di esibirvi in stroncature “col cuore in mano” (M. Morandini) che vi hanno fatto sentire più felici. La stroncatura più convincente (a nostro insindacabile giudizio) sarà premiata con un regalo da parte di Radio Città del Capo.

Non potete ascoltarci? Poco male. Scrivete la vostra stroncatura, postatela su facebook o mandatela al nostro indirizzo di posta elettronica, secondavisione (at) gmail.com. Argomentate sinceramente e non dimenticate di mettere il vostro numero di telefono, così potremo richiamarvi in trasmissione, proclamarvi vincitori e trattarvi come si deve. Cioè meglio.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 59 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: