Il blogger della domenica ci chiede lumi sulla definizione di film di pensiero a proposito di Perduto amor di Franco Battiato, definizione coniata da Gino Castaldo. Beh, io non ho mai sentito parlare di film di pensiero, però temo che Castaldo si basi sulla dicotomia veterocrociana tra azione e pensiero. Quindi: film d’azione (=mazzate) vs. film di pensiero (=profondità filosofica). Considerata la velocità con la quale il sedicente melonauta Castaldo (ma l’etimo è melos o melone?) arriva sulle novità, c’è il rischio che recensisca Matrix reloaded come il superamento dialettico della summentovata dicotomia. Quando si dice un ingegno versatile.

5 Comments

  1. Posted 15 Maggio 2003 at 12:14 | Permalink | Rispondi

    Vecchio Gino… Una ne fa e mille ne pensa… un pò come Arnold. Sperando che anche lui, come il nostro vecchio idolo d’infanzia, finisca a vendere macchine usate, ci rallegriamo per questa nuovo simpatico genere cinematografico e soprattutto ci chiediamo: ma quali altri film possono essere inseriti in questa bella ed utile categoria? Ligabue, essendo anche lui una specie di flosofo profondo ed ispirato, ma soprattutto cantante, realizza film di pensiero o film di piadina? e se si cimentasse nella settima arte anche Morgan? Dubbi sani e legittimi…
    Comunque io propongo il film di Battiato come prossimo duro mestiere… poi fate voi.
    Ps: caro dott. Noto, ma dove estrai parole come “summentovata”? dal libro “stupisci i tuoi amici con parole difficili usate con disinvoltura”? Me lo presti?
    FEDEmc

  2. anonimo
    Posted 15 Maggio 2003 at 14:36 | Permalink | Rispondi

    no mio caro, anche “summentovata” arriva dritta dritta dall’unico libro che ho letto: 50 modi di cucinare il coniglio, l’espressione precisa mi sembra che fosse “sciacquate la summentovata padella”

  3. Posted 21 Maggio 2003 at 19:06 | Permalink | Rispondi

    ancora a dare credito a giornalisti come gino castaldo e ernesto assante?! :D

  4. Posted 22 Maggio 2003 at 22:33 | Permalink | Rispondi

    E chi ha parlato di “giornalisti”?

  5. Posted 13 agosto 2003 at 12:33 | Permalink | Rispondi

    la chiarezza dovrebbe essere sempre presente quando qualcuno manifesta il proprio pensiero agli altri…scrivere per sè stessi ed il proprio ego è svilente…
    nb. dal dizionario Garzanti
    summentovato=ag.ricordato avanti

Pubblica un Commento

Required fields are marked *

*
*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: