Abbiamo visto The Eye dei fratelli Pong e devo dire che, anche se forse a causa delle eccesive aspettative, il film è una bella delusione. Dopo i primi, per altro piuttosto buoni, 40/50 minuti, il film si svacca è diventa una cazzata pazzesca. Il finale e tutta la parte della spiegazione sono di una banalità e di una noia semplicemente devastante. Dura vita per gli appasionati del genere… (e poi: perchè prendere questo film da HK quando sicuramente ce ne saranno di più fighi? tutta colpa della Ring mania?)

Allora, ciò che vorrei sapere è: quali sono gli horror degli ultimi anni che vi sono piaciuti? Andate con la memoria un bel pò indietro (insomma, quanto volete voi…) e ditemi che film vi hanno spaventato veramente.

Se volete diteci anche quelli che vi hanno fatto schifo assai (sicuramente sono molti di più).

FEDEmcINdaCLAB

Uno carino per me è My Little eye, anche se comunque parliamo di un film un pò fine a se stesso… comunque per gli appassionati sicuramente non sarà una delusione.

Per quanto riguarda quelli pacco, adesso mi viene in mente il più insulso che ho visto l’anno scorso (tra l’altro osannato dalla critica e con un seguito in uscita):

Jeepers Creepers

Che stronzata deprimente…

9 Comments

  1. Posted 21 maggio 2003 at 19:11 | Permalink | Rispondi

    nooooo anche ‘the eye’ è un pacco?! e io che speravo in qualcosa di buono! :(( cmq gli unici horror che mi abbiano fatto paura sono ‘l’ esorcista’ e ‘la casa’ (evil dead in originale, se non sbaglio); disturbato invece: la serie di hellraiser, crash, la serie di twin peaks (e di rimando tutti i film di lynch che ho visto), the society di brian yuzna per l’ ‘orgia’ finale…

  2. Posted 22 maggio 2003 at 01:13 | Permalink | Rispondi

    C’è questo problema terminologico. Quando dico che gli horror che mi piacciono sono quelli che creano lentamente situazioni da incubo, giocando sul filo di una sottile paranoia, piuttosto che sui megadecibel di un surround che ti fanno saltare sulla poltrona per uno spavento momentaneo (per esempio, Gli Invasati di Wise, l’Inquilino del terzo piano di Polanski, ecc), ecco che mi sento dire che, “si, vabbé, ma non sono horror”, “non fanno paura”. Visto che il mondo tendeva ad orientarsi su questa interpretazione, ho cominciato a nutrire una certa diffidenza nei confronti degli horror ’80-’90. E avendone visti pochini, non penso a niente dopo The Others che valga la pena di essere menzionato. Ma ho anche la memoria di un cassonetto, per cui non voletemene..

    ps. forse l’Esorcista è un otttimo esempio di film d’atmosfera che sa usare misurati assalti di decibel con stile. i vomiti verdi sono solo di contorno..

  3. Posted 22 maggio 2003 at 01:17 | Permalink | Rispondi

    Ah, scusate l’artereosclerosi galoppante. il signor Pettinato (di cui al post sottostante) stasera si è visto Goodbye Lenin, film che i sente di consigliare a tutti incondizionatamente. grazie per l’attenzione

    T.P.

  4. anonimo
    Posted 22 maggio 2003 at 12:45 | Permalink | Rispondi

    sono d’accordo con il signorino Tuono Pettinato nella distinzione “creano lentamente tensione” e “usano decibel a vanvera”. A questo proposito vi ricordo un bel pacco di film che era “le verità nascoste”. Ovvio che mi sono fatto più di un salto sulla sedia, ma 6 secondi dopo la visione del film non mi ricordavo neanche più la trama (fortunatamente). Lo stesso discorso ancora una volta per ring tra l’originale e il remake americano…
    Quelli invece che mi hanno angosciato in gioventù sono tanti: il primo nightmare aveva secondo me un’idea a dir poco terrorizzante, lo squalo (inserirlo negli horror capisco che è vagamente azzardato…) ancora oggi mi impedisce di fare il bagno serenamente,le colline hanno gli occhi, Halloween, La cosa, Non aprite quella porta, Il demone sotto la pelle, Il seme della follia, Il signore del male, Repulsion, sono film che difficlmente si dimenticano… il problema è che fatico a troverne di validi negli ultimi anni. Penso poi che Scream (che reputo piuttosto valido) abbia dato una mazzata alla credibilità del genere (soprattutto lo slasher) non indifferente. Ce ne è qualcuno, ma sono piccoli esempi isolati: Hardware, Demoniaca, Pitch black, The others (anche se debitore del periodo gotico)… però poca roba. vai, continuate a segnalare film dcenti, ma soprattutto le bufale… che è più divertente.
    ciao
    FEDEmc aka casanova wong

  5. Posted 24 maggio 2003 at 01:51 | Permalink | Rispondi

    uhm forse l’esorcista proprio. ma dunque perchè non uno qualsiasi con freddy (all’epoca mi rabbrividii tutto..); poi non so, siccome mi facevano troppa paura ho smesso con l’horrore: perchè da maggiorenni è tremendamente imbarazzante accartocciarsi sulla poltroncina per ogni attimo di inatteso truculare, insomma volendo citare shon troppo sensibile e delicato mi piacciono solo i film di soderberg..

    ….

    bello sto blog

    anche meglio di quello della saint

    .-..

  6. anonimo
    Posted 26 maggio 2003 at 01:22 | Permalink | Rispondi

    E’ il momento ok per: Tuono Pettinato. stavolta il mio lato Torquemada si scaglia contro “my little eye”. torno or ora dal cine e sono ancora inviperito. pienissimo di rimandi a film più o meno del genere (citazioni? io direi civetterie..), Shining su tutti (la neve, una grande casa sperduta nel nulla e una radio vecchia che non va, la psicosi da isolamento, le conseguenti accettate a suppellettili e umani), ma pure Il silenzio degli innocenti (l’inseguimento al buio visto agli infrarossi, pistola in pugno e respiro affannoso), riprese sgranate che fa tanto dogma-strega di blair, e altri che non ricordo più. ora mi direte che già un film che chiama in causa una fracca di titoli interessanti come questi, tanto scemo non può essere. e invece strigni strigni è la stessa storiellina del gioco al massacro tra teeenagers fighi come dawson creek e paranoici come nel peggior so-cos-hai-fatto-movie. insomma, era meglio se si ammazzavano a colpi di coltello, spaventi bruschi e megadecibel di heavymetal appalla come fanno, ma senza scassarci sulla complicità dello sguardo dello spettatore, le pulsioni voyeuristiche e tutte queste bbelle cose, che già a Il cameraman & l’assassino e a Contenders riuscivano meglio e almeno si rideva un po’, per non parlare di Funny games, che è altra categoria, altro campionato, altro sport. ma già l’ultima edizione del Grande Fratello mi è parsa più stimolante. Soprattutto, non mi voglio rassegnare all’idea che l’horror si sia ridotto a una serie di scossoni ben dosati. L’orrore è una cosa, lo spavento un’altra..
    beh, grazie per l’attenzione. Ora che sono di nuovo il dottor Jekyll posso andare a nanna..
    xTuonox

  7. anonimo
    Posted 26 maggio 2003 at 11:10 | Permalink | Rispondi

    Caro Tuono,
    non sono sicuro che My Little Eye sia un film che voglia dire qualcosa di nuovo sullo sguardo e sulle pulsioni. Si… sicuramente un pò la butta li, ma senza eccessive pretese. Almeno mi sembra. Alla fine parliamo (come ho già scritto) di un film/meccanismo che funziona bene a livello immediato, diretto. L’idea di girare uno slasher (uno vero: giovani bellocci e odiosi, casa enorme su più piani, delitti all’arma bianca, soggettive dell’assassino,ecc…) dopo la mazzata di scream, è per lo meno ammirabile per coraggio… e come i veri slasher (Halloween, Venerdì 13…poi dipende dalla passione per il genere) basa il suo effetto “paura” su quei meccanismi ben collaudati del genere. Che sono un pò quelli li… Niente di nuovo, niente di trascendentale. Divertente. Mi sembra un prodotto, che con tutti suoi limiti, sposta un pò la tendenza Kevin Williamson dipendente del genere. Senza però, e questa è la cosa più deprimente, dare nessuno spunto evolutivo. Le citazioni ci sono perchè fa figo…
    Poi, quando ci si vede, ci picchiamo. Però prima mi dai il fumetto dell’anno (che potete vedere cos’è, e ordinare, a questo indirizzo: http://www.donnabavosa.com/home.htm)
    FEDEmc

  8. anonimo
    Posted 26 maggio 2003 at 14:17 | Permalink | Rispondi

    Tranquillo, Fede, è solo sugli horror-con-adolescenti e sui film di cappa e spada che sono un po’ suscettibile..se invece andiamo a vedere Hulk o la Marchesa Von O facciamo pace e merenda assieme a base di popcorn glassati. A bientot.
    Tuo, Nopettinato.

  9. anonimo
    Posted 6 luglio 2003 at 03:17 | Permalink | Rispondi

    se sapete il francese vi consiglio CURE e soprattutto KAIRO, entrambi di KIYOSHI KUROSAWA, due bei dvd french con idee rivoluzionarie per il genere…sapete dove trovarmi (a parte un tipino fra voi che ha un mio dvd da mesi. LONCHANEY
    P.S.: ovviamente DARK WATER, se non l’avete visto

Pubblica un Commento

Required fields are marked *

*
*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: