L’anno che verrà

 

Ecco, è uscito da un bel po’ il numero di Ciak di agosto che, come tradizione, fa una panoramica sui titoli in uscita da agosto, appunto, fino ai primi mesi dell’anno successivo. L’ho letto solo adesso. Ecco alcune perle.

 

Cartone per pizza

Le avventure di Totò sapore è un film di animazione di Maurizio Forestieri, che dovrebbe uscire il diciannove dicembre. Ecco la trama secondo Ciak. Non credo necessiti di commenti.

“Totò Sapore è un giovane menestrello, allegro e sensibile, che sogna di diventare un grande cuoco. La sua vita giunge ad una svolta quando riceve da Pulcinella (sic) una particolare eredità: quattro pentole magiche in grado di cuocere meravigliose pietanze con qualunque ingrediente. Diventato chef presso la famigli reale di Napoli, Totò incontra anche il vero amore, ma le forze del Male rappresentate dalla strega Vesuvia (sic!) non stanno a guardare. Quando sembra tutto perduto e la città è perfino assediata da un esercito nemico, il ragazzo riesce con fantasia e coraggio a salvare Napoli, ma anche ad inventare un piatto molto speciale: la pizza (sic!!)”.

Magari è bello.

No, scusate.

E la smetta, con quel mandolino!

 

Tea Time

Ridley Scott intervistato a proposito della sua prima commedia, Matchstick Men, dice: “Chi si stupisce [del fatto che, appunto, il film sia la sua prima commedia] dimentica che sono inglese, inevitabile frequentatore di humour [certo: mai visto un inglese non dotato di sense of humour? Sarebbe come vedere un italiano che non sa fare la pizza…]. E a costo di deludere qualcuno, confesso che ho sempre considerato commedia anche Thelma e Louise”.

E come non dimenticare la sottile demenzialità-camp di Blade Runner?

Ho detto cose che voi umani…

 

Popolo beota

In uscita tra qualche giorno, sempre secondo Ciak, Lizzie McGuire per me sa già di cult. Protagonista una biondina sedicenne tirata fuori da una serie tv a caso. Regia di Frankie Cheese. Trama.

“Ottenuto il diploma delle scuole medie, Lizzie parte con la sua classe per Roma, dove, scambiata per una popstar italiana (sic), si trasforma da impacciata ragazzina a idolo delle folle in un leggendario concerto fra le mura del Colosseo. Le vacanze tra Vespa e spaghetti (sic) le daranno però anche una necessaria lezione di vita [il segreto per cuocere la pasta al dente? Come rubare un motorino lasciato per strada? Eludere le file alle poste? Quale trucco italico potrà apprendere la giovine americana?], facendole scoprire il vero significato dell’amicizia”. Ecco.

Aridatece “Vacanze romane”.

 

Francesco, proprio lui.

2 Comments

  1. Posted 28 agosto 2003 at 17:07 | Permalink | Rispondi

    Tutti a casa mia a vedere Lizzie McGuire appena lo scarico da Winmx! (ops, si può dire “Winmx” in televisione?)

  2. Posted 31 agosto 2003 at 13:08 | Permalink | Rispondi

    Certo che si può dire, messieur Validò. Non si può fare, ma è un altro discorso…

Pubblica un Commento

Required fields are marked *

*
*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: