LA RIVINCITA DI NATALE, Pupi Avati, 2003

 

Quella che sembrava essere solo ed unicamente una mossa furba per richiamare al cinema il pubblico di uno dei più bei film di Avati, si è rivelata invece una bella sorpresa. Il regista non ha perso quella cattiveria che era l’elemento portante del primo film, ma anzi riesce a ritrovarla e riportarla in un altro contesto storico. Rimasugli dei peggiori anni Ottanta, i cinque al centro della vicenda nel 2000, sono cambiati di pochissimo, pur essendo sempre più dei falliti destinati alla morte (Gianni Cavina è perfetto nella sua rovina fisica), e sono riusciti, chi più chi meno ad ambientarsi perfettamente. Anche quello che li circonda, le persone, le feste, le famiglie, le donne, si portano addosso quell’odore di ipocrisia mortale, quel vuoto mortale che, lo ripetiamo, era il punto di forza di Regalo di Natale. Anche se ovviamente il fulcro del film è la partita (anche se l’esito non è proprio difficile da intuire), la costruzione per arrivare alla sfida, l’attesa e la costruzione dei personaggi è ben strutturata e più che godibile. Nessun miracolo, ma un onesto seguito di un buon film. Decine di volte meglio dell’incredibilmente apprezzato Il Cuore Altrove. Non può che fare piacere ritrovare George Eastman su grande schermo dopo così tanto tempo. Il resto degli attori li conosciamo e sappiamo anche i loro pregi e difetti, ovviamente tutti presenti nel film.

Una nota: l’inizio del film si svolge a Milano ad una festa dove si mangia la polenta e dove tutti dicono delle frasi del tipo “Uè, bravo il Franco!”. Una volta arrivati a Bologna tutti si impegnano a dire delle frasi con tantissime esse, come “Ma lo scia che lei è proprio simpatico, soccia, adesscio le do una siarpetta nella sportina.” Mah…

FEDEmc

5 Comments

  1. anonimo
    Posted 4 febbraio 2004 at 12:11 | Permalink | Rispondi

    ma fedemc nel senso di mc nel senso di rapper nel senso ti testa pelata?

  2. Posted 4 febbraio 2004 at 15:41 | Permalink | Rispondi

    fede mc nel senso di macerata. Genio…
    FEDEmc

  3. anonimo
    Posted 9 febbraio 2004 at 14:12 | Permalink | Rispondi

    wow. genio addirittura. grazie, sarai il mio rapper maceradese preferido!

  4. Posted 10 febbraio 2004 at 23:35 | Permalink | Rispondi

    Ho amato “regalo di Natale”. Il solo rivedere quei cinque mi ha fatto venire i brividi.

  5. Posted 13 febbraio 2004 at 16:52 | Permalink | Rispondi

    bellissimo rivincita di natale! e quando lo fanno gli americani un film così ? ho aperto un blog cinefilo. un saluto !

Pubblica un Commento

Required fields are marked *

*
*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: