SECRET WINDOW, David Koepp, USA, 2004

David Koepp è un bravo scrittore e un discreto regista. Ha scritto una lunga serie di buoni film, come Carlito’s Way, Spiderman, Omicidio in Diretta, Jurassic Park, e ha girato Echi Mortali, horror thriller più che dignitoso. Per questo suo nuovo film si è ispirato ad un omonimo racconto di Stephen King. Come sfortunatamente sappiamo, gli scritti del geniale romanziere del Maine, possono essere dei grandi film come delle immense bufale. Questo Secret Window alla fine non è ne uno ne l’altro. Si pone come una via di mezzo, a dire il vero piuttosto inutile. È uno di quei film che una volta accese le luci in sala, già sta scomparendo dalla nostra memoria. Qualche buona intuizione, buona volontà, affogata in una storia che al cinema evidentemente non rende e che sconta forse troppo il passaggio dalla carta stampata al grande schermo e in uno stile di maniera e decisamente poco incisivo. Quello che manca è la tensione, quella spinta che dovrebbe portare lo spettatore a sentirsi curioso, angosciato. Inspiegabilmente Koepp, che di meccanismi thriller dovrebbe capirne, al decimo minuto di film spiattella la soluzione della storia così, senza che nessuno gliela avesse chiesta. Quello che rimane, a questo punto, è un film che non sa assolutamente dove andare, che sa di avere poche cose da dire, e che soprattutto lo fa utilizzando situazioni che puzzano di deja-vu lontano un chilometro. La Metà Oscura aleggia inevitabilmente su tutto il film (la presenza di Timothy Hutton è li a sottolinearlo) e a metà si spera che arrivino degli alieni carnivori o che il tutto diventi un musical. Sfortunatamente niente di questo accade e si finisce per annoiarsi. Resta una buona interpretazione di Deep, evidentemente più a suo agio nei panni dell’imbranato che del figaccione, qualche virtuosisimo registico (al terzo però si invoca pietà) e poco altro. Turturro si limita a fare delle faccette buffe. Philipp Glass la deve smettere.

FEDEmc

Pubblica un Commento

Required fields are marked *

*
*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: