Il tempo dei lupi di Michael Haneke.

Il problema è che quando si va a vedere un film di Haneke ci si aspetta un qualcosa di raggelante e che si svolge come un teorema.
In questo caso il materiale narrativo non permette una scelta del genere: si tratta di un film corale, per poter donare tutte le prospettive sullo svolgimento del tema: una società in disfacimento, per un avvelenamento delle fonti d’acqua( almeno questo è ciò che sembra. Quindi anche la diva Isabelle Huppert scompare presa dalle dinamiche di un gruppo sempre meno numeroso e sempre più difficile da controllare.
Quindi le storie sfuggono, i personaggi sono solo accennati e le azioni non hanno una causaltà precisa, che non sia un generale imbarbarimento.
Da un lato questo è interesante, perché il lato teorematico (il teorema sulla violenza) si specifica di più a livello di scelta delle immagini (il bellissimo gioco del buio e dei fuochi). Dall’altro sembra perdere però in freddezza e matematicità. E questo impedisce anche lo straniamento che era presente in Funny Games, o anche in La pianista, e credo nei film precedenti del regista austriaco.
Ma questa è solo una critica da uno spettatore che "vuole di più": in realtà il disagio delle immagini è concreto e profondo, la speranza smorzata, e la pesantezza parabolica, che alcuni critici hanno segnalato, non è così eccessiva.

manu

PS: anticipo Fede. Harry Potter e il prigioniero di Azkaban = se alfonso Cuaron è un autore, Chris Columbus è un genio

Annunci

3 Comments

  1. Posted 9 giugno 2004 at 15:57 | Permalink | Rispondi

    uh uh uh, si accende un dibattito con stoccatina in casa vianello
    fatemi sapere chi sbatte di più i piedi sotto le coperte

    saluti
    Manlio Dovì

  2. anonimo
    Posted 21 giugno 2004 at 10:44 | Permalink | Rispondi

    mi re-intrometto per segnalare che a me ha ricordato molto le atmosfere (e forse anche qualcosa di più) di un telefilm di qualche tempo fa, che sicuramente qualche altro overtrenta come me si ricorderà. Il titolo era I sopravvissuti anche se non è stato propiziatorio visto che a parte quella volta non è stato mai più recuperato !
    stefi

  3. Posted 21 giugno 2004 at 16:44 | Permalink | Rispondi

    Putroppo non penso di averlo mai visto. Ciao. manu

Pubblica un Commento

Required fields are marked *

*
*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: