Monthly Archives: settembre 2004

VENEZIA 61, Palindromes, Todd Solondz. Storia di Aviva, giovane ragazza 12enne, convinta ad avere un figlio sul quale riversare tutto il suo amore. Dopo un primo tentativo e conseguente aborto voluto dai suoi, la ragazza scapperà di casa e troverà rifugio in una assurda comunità di freak, gestita dalla coppia ultra religiosa tenuta da Mama […]

Ce l’ho fatta. Ore di coda, ma ce l’ho fatta a tornare. Dopo l’anticipazione sul film di Placido (pare che in conferenza stampa abbiano tutti chiesto quasi scusa. Tranne Accorsi. Secondo me, giustamente, stare con Letitia gli ha regalato un ego non indifferente), facciamo un passo indietro. ORIZZONTI, Les Revenants, Robin Campillo. Immaginate dei morti […]

E’ fatta! Abbiamo il film putrido dell’anno!!! VENEZIA 61, Ovunque sei, Michele Placido. Non potete capire e nenanche lontanamente immaginare. Io una cosa così non me l’aspettavo. Ci speravo ma non me l’aspettavo. Un nuovo termine di paragone per lo zero cinematografico assoluto. Pretese giganti (volemo fa’ i Kieslowski) per una resa degna di un […]

Oggi ho poco tempo per scrivere causa coda interminabile in sala stampa e mille film. VENEZIA 61, Hauro No Ogoku Shiro, Hayao Miyazaki. Attesissimo l’unico film d’animazione in concorso è stato genialmente messo solo nel weekend, in due spettacoli soli. Tratto dal più famoso romanzo di DianaWynne Jones, l’ultima fatica di Miyazaki, è una vera […]

Ieri, dopo la scorpacciata di film della rassegna Italian King’s Of The B’s, il già citato I ragazzi del massacro, il poliziesco psichedelico Colpo Rovente di Piero Zuffi, con un Carmelo Bene killer (inutilmente doppiato da Amendola) e lo spassoso gotico slasher satanico Estratto dagli archivi segreti della polizia di una capitale europea di Freda, […]

Dopo il primo intervento di ieri, ecco cosa è passato qui al Lido. VENEZIA 61, Delivery, Nikos Panayotopoulus. Quello che viene presentato come "l’elogio della lentezza" è il primo dei 21 film in concorso. Cominciamo male. Il tipo più pigro del mondo (ma è anche un supedotato…) si aggira per una Atene fatta solo di […]

Aaargh! C’è una perfida ragazzina orientale con i capelli di fronte alla faccia nascosta nella mia credenza! volume XVII ovvero Two sisters di Kim Ji – Woon Avevo consigliato questo film, come uno dei più appetibili da vedere e non me ne pento. A parte la suddetta ragazzina, ormai un must nei film horror orientali […]

Allora, rieccoci qui. Film d’apertura, fuori concorso: The Terminal, Steven Spielberg. Tom Hanks interpreta Victor Navorsky, cittadino di un piccolo stato dell’Est che, causa golpe militare, scompare mentre il nostro è in volo verso New York. A causa di questa "piccola falla", come viene chiamata dal direttore del terminal Stanley Tucci (idolo del film), Victor […]