Un piccolo aiuto

Chiedo aiuto, sperando che si trasformi in un giochetto tanto criticamente inutile quanto divertente: ho bisogno di trovare un po’ di citazioni presenti in Kill Bill (uno e due). Non ci sono premi per questo concorso, purtroppo.

m.

22 Comments

  1. anonimo
    Posted 23 maggio 2005 at 17:56 | Permalink | Rispondi

    -LADY SNOWBLOOD, film giapponese degli anni 70 di toshiya fujita, incentrato sulla vendetta di una donna nei confronti degli stupratori della madre, tre uomini e una donna.
    tarantino ha ripreso il tema musicale, la divisione in capitoletti e persino l’inquadratura in soggettiva della vittima, con i volti dei carnefici sogghignanti ripresi dal basso (per intenderci, la tipica inquadratura tarantiniana dall’interno del bagagliaio).
    -la presentazione di lucy liu, con la fotografia e la voce narrante in sottofondo mi sa che viene dai film di yakuza degli anni 70 di kinji fukasaku, in particolare la serie BATTLES WITHOUT HONOR AND HUMANITY.
    -il personaggio di pai mei era il cattivo di un pugno di film di hong kong degli anni 70, ed era caratterizzato dal fatto di avere le palle retrattili. chi cercava di castrarlo si ritrovava il piede stritolato in un buco! il primo film è il capolavoro EXECUTIONERS FROM SHAOLIN di lau kar-leong (liu chia-liang), il secondo CLAN OF THE WHITE LOTUS di lo lieh.
    lo lieh, l’attore che interpretava pai mei doveva partecipare a kill bill, ma è morto improvvisamente, e la parte è andata a gordon liu chia hui (lau kar-fai), che nei film originali era l’antagonista del personaggio.
    -VIVECA FOX finge di prendere i cereali da una scatola, e spara di colpo attraverso di essa, come nell’incipit di BULLETS OVER SUMMER (1999) di wilson Yip
    nell’episodio di budd appare sid haig, grande caratterista dei film di jack hill che tarantino aveva utilizzato in jackie brown.

    bastano?
    lonchaney enciclopedico prolisso

  2. anonimo
    Posted 23 maggio 2005 at 18:22 | Permalink | Rispondi

    Bentornato lon

  3. anonimo
    Posted 23 maggio 2005 at 18:30 | Permalink | Rispondi

    Ben ritrovati!
    qualcuno è esperto di hattori hanzo, per caso? io non ne so mezza (e mi ispira poco…)
    lonchaney

  4. Posted 23 maggio 2005 at 21:08 | Permalink | Rispondi

    l’imprescindibile uscita della Sposa dalla chiesa, mossa dal rumore del flauto in sottofondo. ripresa di spalle e deserto che si affaccia fuori dalla porta. L’imprescindibile uscita di Wayne in “Sentieri Selvaggi” di Ford.

  5. Posted 24 maggio 2005 at 11:11 | Permalink | Rispondi

    il mio consiglio è di cercare con google (kill bill references), a suo tempo ne trovai di ogni.

    lo so che così non è divertente, eh.

    comunque nelle interviste a tarantino nei due dvd lui ne dice parecchie.

    e non dimentichiamo le autocitazioni!

  6. anonimo
    Posted 24 maggio 2005 at 11:16 | Permalink | Rispondi

    so che google è più comodo, ma mi piaceva il giochino. In più mi servono indicazioni sulle singole scene.
    Comunque grazie a tutti, e continuate
    m.

  7. Posted 24 maggio 2005 at 22:09 | Permalink | Rispondi

    Quelle di Bruce Lee sono le più facili, mi accingo quindi a ribadire l’ovvio:- la tuta gialla di Uma Thurman è la stessa usata da Bruce Lee nelle poche scene da lui girate per L’ultimo combattimento di Chen (ma dai?? nooo… pensa te!)- rimontando le suddette scene cinque anni dopo gli americani hanno ignorato e riscritto da zero la sceneggiatura di Lee inventandosi che tale vestiario trattavasi di tuta da motociclista (e di fatti Uma la indossa guidando la moto)- gli 88 pazzi sono vestiti come Kato, personaggio interpretato da Lee nel telefilm Il Calabrone Verde– Il tema musicale del Calabrone Verde si sente per l’appunto mentre Uma gira in moto- Dopo aver fatto fuori gli 88 pazzi Uma dichiara “Noi non siamo marionette! Ficcatevelo bene in testa! Poi tornerò” come Bruce Lee in Dalla Cina con Furore (ok questo non l’ha fatto ma sarebbe stato una figata)

  8. anonimo
    Posted 25 maggio 2005 at 13:16 | Permalink | Rispondi

    1) l-aeroplanino che solca il cielo in giappone, quasi identico a inquadratura analoga in film di wong kar-wai (credo HK Express)

    2) l’occhio cavato di Elle driver e il tema complessivo (il desiderio di vendetta) sono ripresi da un exploitation movie svedese degli anni settanta (googlando un po’ dovresti trovare il titolo)

    3) la battuta ”My name’s Buck and I’m here to fuck” (detta dal tipo che vorrebbe farsi la Sposa in coma all’inizio) e’ ripresa paro paro da Eaten Alive di Tobe Hooper (e’ la battuta con cui entrava in scena un giovane e pre-Freddy Robert Englund)

    la 3), nel genere, e’ veramente plateale (viene pure ripetuta dalla Sposa quando si risveglia

  9. Posted 25 maggio 2005 at 13:17 | Permalink | Rispondi

    quella sotto ero io (Violetta)

  10. anonimo
    Posted 25 maggio 2005 at 15:59 | Permalink | Rispondi

    -La sequenza dell’allenamento con il maestro pai mei non è una parodia del cinema di hong kong, come hanno detto in tanti, ma un calco delle tante sequenze analoghe nei kung fu comici diretti da yuen woo ping negli anni 80, dove bizzarri e burberi maestri torturavano comicamente i protagonisti (vedi DRUNKEN MASTER, MIRACLE FIGHTERS o SNAKE IN THE EAGLE SHADOW

    -in un divertente quanto sopravvalutato film coreano di quattro o cinque anni fa, MY WIFE IS A GANGSTER, miscuglio tra commedia e action trucido, una superdonna capogang e picchiatrice incinta viene attirata in un agguato e pestata selvaggiamente. ad un certo punto, sfiancata, la donna supplica gli avversari di non colpirle la pancia. ricorda qualcosa?
    lonchaney

  11. anonimo
    Posted 25 maggio 2005 at 16:11 | Permalink | Rispondi

    Bene bene, mi piace la collaborazione, continuiamo così Qualcuno ha qualche spaghetti western (non vale “da uomo a uomo” di giulio petroni perché lo so già) da suggerire?
    la cosa bella è che su google, a parte il forum su http://www.tarantino.info che non ho avuto tempo di sfogliare attentamente, c’è pieno di saggi che dicono (e mi sa che pure io nella recensione l’ho detto): “ah, che miriade di citazioni di qua e di là, da est da ovest da de palma a melville…potremmo stare qui ore, ma è inutile…” e nessuno che ne dica una che sia una.
    Bah, d’accordo sull’inutilità, ma un piccolo sforzo non farebbe male.
    m.

  12. anonimo
    Posted 25 maggio 2005 at 18:02 | Permalink | Rispondi

    AUTOCITAZIONI:
    – la zanzara che puinge uma e la fa risvegliare dal coma come la puntura di adrenalina
    – la squdra di black mamaba sono le volpi forza 5 del dialogo tra mia e vincent vega.
    – nel cartone animato quando o-ren uccide quello in auto, il cervello imbratta il lunotto posteriore come nell’episodio di wolf

    Altre (non solo da pulp fiction?)

  13. anonimo
    Posted 25 maggio 2005 at 22:17 | Permalink | Rispondi

    La benda sull’occhio di Daryll Hanna, intonata al vestito, viene da Thriller: a cruel picture di Arne Bo Vibenius (già assistente alla regia per Bergman in Persona)

    399

  14. Posted 26 maggio 2005 at 11:33 | Permalink | Rispondi

    Eccolo, era quello l’exploitation nordico che dicevo: Thriller.

  15. anonimo
    Posted 26 maggio 2005 at 12:46 | Permalink | Rispondi

    UMA che morde le labbra dell’infermiere tirandogliele come fossero gomme da masticare viene, se non ricordo male, da Ichi the killer.

    lonchaney

  16. anonimo
    Posted 27 maggio 2005 at 12:23 | Permalink | Rispondi

    A me in generale è venuta in mente pure La sposa in nero di Truffaut.

    Il nome Hattori Hanzo viene dalla serie del detective Hanzo. (mai vista).

    399

  17. anonimo
    Posted 27 maggio 2005 at 12:56 | Permalink | Rispondi

    Hattori Hanzo/Sonny Chiba sembra derivare secondo Tarantino, dalla serie tv Shadow warriors, Koge no gundam.

  18. anonimo
    Posted 27 maggio 2005 at 19:53 | Permalink | Rispondi

    tARANTINO sostiene di non aver mai visto La sposa In nero.

    da quel che mi dicono i fan di takashi miike, nella scena in cui o-ren ishii decapita lo yakuza tutti gli attori o quasi sono caratteristi miikiani.
    di uno sono sicuro: il decapitato è l’amico del protagonista di Audition

    lonchaney

  19. anonimo
    Posted 30 maggio 2005 at 17:40 | Permalink | Rispondi

    in kill bill 2 non c’è anche JOHNNY GUITAR, nella sequenza iniziale? è tanto che non lo rivedo…
    lonchaney

  20. anonimo
    Posted 3 giugno 2005 at 16:21 | Permalink | Rispondi

    e fulci? e fulci? a me fulci fa cagare, queste cose non le so.
    chi le ha trovate le citazioni fulciane?
    …ho l’impressione che questo gioco piaccia solo a me….
    lonchaney

  21. anonimo
    Posted 6 giugno 2005 at 10:08 | Permalink | Rispondi

    Uscita dalla tomba di Uma thurman è presa da “paura nella città dei morti viventi di Fulci.
    manu

  22. anonimo
    Posted 28 ottobre 2005 at 16:31 | Permalink | Rispondi

    trovati altri debbiti di Kill Bill.
    é noto che tarantino è un fan di Alias, il grande telefilm ideato da j.j. abrams, tanto che ha voluto apparire nella serie nei panni di Mckenas Cole.
    quello che io non sapevo è che tarantino ha preso a piene mani anche da lì, in particolare dagli ultimi episodi della seconda serie (la migliore).
    la sottotrama della finta coinquilina di sidney si conclude con un brutale “catfight” tra una bianca e una nera in cucina e nelle varie stanze dell’appartamemto, con tanto di tavolo di vetro infranto e oggetti di uso comune usati come armi.
    non c’è dubbio, non è un caso.
    nello stesso episodio appare david carradine, capelli lunghi e atteggiamenti ieratici, nella parte di un monaco esperto di arti marziali. identico a Bill, anche se buono.

    Alias ricambia Tarantino per la citazione facendo apparire Vivica Fox nella terza serie, nella parte di una superladra.

    lonchaney

Pubblica un Commento

Required fields are marked *

*
*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: