Monthly Archives: dicembre 2005

Perché si: A History of Violence di David Cronenberg AVVERTENZA: QUALCHE SPOILER DI PICCOLA ENTITA’   Partiamo da un presupposto che non deriva da noi, ma da Cronenberg direttamente: sebbene A History of Violence sia stato tratto da una graphic novel, quel testo è servito come base, senza nessuna pretesa di fedeltà voluta dal regista. Quindi […]

PERCHE’ NO. A HISTORY OF VIOLENCE, David Cronenberg, USA, 2005 Lo dico per voi che mi conoscete anche personalmente: il fatto che non mi sia piaciuto questo film, non deve farvi dimenticare che sono comunque una brava persona, che non esiste il reato di "non hai capito una mazza", che il mondo è bello perchè […]

  L’enfant di Jean-Pierre e Luc Dardenne     L’unica critica, superficiale, che si può muovere ai fratelli Dardenne è di rifare sempre lo stesso film. Ma siccome, per quanto ne so, sono gli unici attualmente a portare avanti questo tipo di cinema, ben vengano. Anzi, accolti a braccia spalancate. In generale, uno dei pregi […]

  Me, you and everyone we know di Miranda July   Un tempo c’era il minimalismo, inquadratura di due a tavola: “Mi passi il sale?”. Stop. Poi fu superato e si è arrivati a questo: inquadratura di due a tavola, “Mi passi il sale?”. Intervento della voice over intradiegetica (ossia personaggio principale che si sente […]

The Wild Blue Yonder, Werner Herzog, Germania Che Herzog sia completamente pazzo non è una novità, e quindi viva la pazzia. TWBY è un film di finzione, per usare un eufemismo. Sfrenato nell’immaginazione e nelle trovate "di sceneggiatura" si rifà, però, quasi del tutto ad immagini di documentari. Il narratore (Brad Dourif) dice di essere […]

Il montaggio analogico   Un piccolo sondaggio, giusto per fare i ruffiani, qual è il film “d’autore”, “importante” il “capolavoro della storia del cinema” che avete visto e detto “Si, bello, fondamentale, seminale e quello che vuoi, ma piuttosto che rivederlo vado in ginocchio fino a Varsavia?”.   Esempio personale: Lo specchio di Tarkovskij, meraviglioso […]

ASSAULT ON PRECINCT 13, Jean-François Richet, USA/FR 2005 Distretto 13: Le Brigate della Morte era un remake non dichiarato di Un Dollaro d’Onore. Spostava semplicemente l’azione dal West alla periferia di Los Angeles. Nido Di Vespe è remake non dichiarato di Distretto 13: Le Brigate della Morte. Spostava l’azione da L.A. a non so dove in […]

    Mr. & Mrs. Smith di Doug Liman     Lasciando perdere perché lo si è visto, l’idea è quella di ibridare le battute sarcastiche degli action movie anni 80, del tipo “ti faccio un buco in mezzo alla testa così prendi aria al cervello, ehehehe”, con Casa Vianello. Il che doveva garantire, nelle […]

Perché No/ Ogni cosa è illuminata di Liev Schreiber   Una delle cose più fastidiose che possono accadere è che un film ti prescriva lo sguardo su ciò che vedi, senza che ciò che vedi sia in qualche modo legato a questo sguardo. In ogni cosa è illuminata noi guardiamo con gli occhi di Jonathan […]

Il gusto dell’anguria di Tsai Ming Liang   “Ripeto dunque. Entrate in una sala cinematografica. Se per andare da A a B i protagonisti ci mettono più di quanto desiderereste, questo significa che il film è pornografico”   Facciamo i fighi e riprendiamo questa citazione di Umberto Eco (dal Secondo diario minimo), per dire che forse, ma […]