Ma secondo voi, cos’è ideologicamente più dannoso? Lo spot Tim o quello Vodafone?
Quello scritto da copy probabilmente stanchi di declinare le avventure del vigile urbano, interpretato dall’attore più sconfortante ed enigmatico degli ultimi anni, diretto dal veramente antipatico Alessandro d’Alatri, con la musica zarra  (Bob Sinclair, Love Generation), in cui si sostiente che il telefonino serve per chiamare amici o parenti?
O quello fichissimo, con attori e attrici bellissimi e bellissime, con il caleidoscopio delle case che si aprono una sull’altra, con la musica molto guilty pleasure dei Leningrad Cowboys (Happy Together, cover dei Turtles), con il coinvolgente payoff Life is now, dove si suggerisce che il telefonino apre scelte di vita e modelli di soggettività?

p.

10 Comments

  1. Posted 8 febbraio 2006 at 18:06 | Permalink | Rispondi

    A me quello della Vodafone fa paura. Cioè, guardatevi anche la homepage di 190.it… da una parte vorrei fortemente cliccare sullo spot animato, dall’altra sono un po’ timido, mi sento indegno e inadeguato, vorrei prima quantomeno salutare parenti e amici…

  2. anonimo
    Posted 9 febbraio 2006 at 08:37 | Permalink | Rispondi

    La sola presenza sul piccolo schermo nel 2006 di Rodolfo Laganà è il carrello di Kapò del terzo millennio.

  3. anonimo
    Posted 9 febbraio 2006 at 11:01 | Permalink | Rispondi

    evviva la coppa con il pane

    tano dellutri ™

  4. Posted 9 febbraio 2006 at 17:10 | Permalink | Rispondi

    Beh decisamente è meglio quello Vodafone!
    E’ ben girato ha una colonna sonora classica ma rifatta bene un po’ più moderna, e soprattutto perchè il telefonino (come ogni altra merce) apre scelte di vita e modelli di soggettività.

  5. Posted 9 febbraio 2006 at 19:10 | Permalink | Rispondi

    so di dire una cazzata, ma
    non si riflette abbastanza su quanto siano diseducativi Aldo Giovanni e Giacomo negli spot Wind.

    Non fanno che prendersi a ceffoni e testate, a scuola gli studenti li imitano e si fanno male. La Wind incita il suo target alla violenza fisica.

  6. anonimo
    Posted 9 febbraio 2006 at 20:04 | Permalink | Rispondi

    forse sono OT ma …
    EVVIVA ROCCO SIFFREDI E LE SUE PATATINE!!

  7. anonimo
    Posted 9 febbraio 2006 at 20:36 | Permalink | Rispondi

    era meglio quando non avevi la tv
    Fmc

  8. Posted 12 febbraio 2006 at 18:35 | Permalink | Rispondi

    Ringrazio la Vodafone per averci finalmente levato dalle scatole quella racchia di Megan Gale.
    Prima o poi anche De Sica la smetterà, è solo questione di tempo. Sul podio dell’empatia ci metto il mitico Rocco, la figlia di De Sica e l’onorevole Andreotti. Il mio sogno è di vederli presto tutti e tre assieme.

  9. Posted 14 febbraio 2006 at 09:43 | Permalink | Rispondi

    basta con gli spot dei telefonini

  10. Posted 7 marzo 2006 at 16:50 | Permalink | Rispondi

    ho sempre avuto il terrore di ciò che enuncia da anni la vodafone “E’ TUTTO INTORNO A TE!” non vi dà un senso di apocalisse in corso? essere circondati dalla tecnologia e non poter sfuggire

Pubblica un Commento

Required fields are marked *

*
*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: