In Bruges, Martin McDonagh, GB, Bel 2008

Capita, a volte, di decidere i film per la puntata di SV un po’ a caso, spesso per esclusione, a volte per intuito. Se siamo andati a vedere In Bruges è sicuramente per la prima ipotesi, e sono contento di dire che l’esordio di Martin McDonagh è stato una piacevolissima sorpresa. Non vi dirò nulla di nuovo se, ovviamente, la città belga del titolo è il terzo protagonista del film, insieme ai due killer "in esilio" Ray (Colin Farrell) e Ken (Brendan Gleeson). Non vi rivelerò nulla, invece, del perché sono stati mandati da Harry (Ralph Fiennes), il loro capo, in quella città dimenticata da Dio e dal turismo di massa.
McDonagh dirige e scrive un film sui generis, che non sfocia né nelle derive beckettiane dei due individui in attesa di qualcosa, né nel pulp, pur avendo elementi gore e surreali. Con humor nero, trattazione del senso di colpa e alcuni personaggi davvero memorabili (il nano razzista e protagonista di una sorta di remake olandese del mitico A Venezia un dicembre rosso shocking), la storia si dipana tra sprazzi di cruda e realistica violenza e un’atmosfera ovattata e sospesa gentilmente fornita dalla città belga.
Chissà, forse il rischio è che il film sfortunatamente non venga ricordato più di tanto (anche se l’interpretazione di Brendan Gleeson è memorabile), nel marasma di titoli da cui siamo invasi, ma se non altro non siamo dalle parti della maniera. Scusate se è poco.

Francesco

Annunci

3 Comments

  1. Posted 20 maggio 2008 at 21:46 | Permalink | Rispondi

    è un film grandissimo. io me lo ricordo di sicuro

  2. anonimo
    Posted 29 maggio 2008 at 11:56 | Permalink | Rispondi

    si’ e’ bellissimo.
    anche se forse ha ragione the mythical papess che a un certo punto sarebbe stato meglio essere piu’ decisi su un singolo genere.
    ma vi ringrazio di non avere spoilerato sul finale.
    e figurati se lo faccio io adesso.
    saluto
    gig.

  3. anonimo
    Posted 10 giugno 2008 at 18:12 | Permalink | Rispondi

    e comunque chi è stato a bruges sa che la città è davvero fuori dal tempo e incredibilmente bella-

Pubblica un Commento

Required fields are marked *

*
*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: