L’anno che verrà

Eccoci pronti per la rischiosissima e pregiudiziale rubrica dell’estate (qui le edizioni 2004, 2005, 2006, 2007 e 2008, quest’ultima particolarmente azzardata visto che in mezzo ci abbiamo messo – inconsapevolmente – il film vincitore di Oscar e Leone d’Oro).
Insomma, ecco quello che potremo gioiosamente andare a vedere al cinema dal prossimo mese fino alla fine dell’anno, più o meno.

Apocalissi
Nel 1959 in una scuola viene seppellita una capsula del tempo (sic) con i disegni degli studenti. Nicolas Cage rimane stupefatto (anche se non lo dimostra) nel ritrovare la capsula e scoprire che in uno dei disegni sono rappresentate simbolicamente le date e il numero delle vittime di alcune catastrofi: e tre, due se togliamo l’esistenza di questo film con Nicolas Cage, devono ancora accadere. Alex Proyas, il regista del Corvo tenta di dirigere Cage che fa l’astrofisico (arisic). Il titolo italiano è Segnali dal futuro e da noi esce il 4 settembre.

La cana
L’ennesimo film di cani, diretto dal regista-cane Lasse Hallstrom, ovviamente ispirato a una storia vera di estrema fedeltà tra cane e padrone e remake di un film giapponese: ah, l’originalitè. Richard Gere trova un akita, lo adotta, lui si affezione, Richard Gere muore e l’akita (presumiamo) non se ne fa una ragione. Il tutto in Hachiko: una storia d’amore, in uscita in autunno.
Attendiamo il prossimo film con Gere e un criceto. Anch’esso ispirato a una storia vera e profonda.

3(i)D(iozie)
Un milionario folle vuole distruggere il mondo, ma ci sarà una squadra di porcellini d’India, addestrata dal governo USA, a impedirglielo. Visto il new deal obamiano ci aspettiamo anche una cavia afro. Il film esce il 24 settembre, si chiama G-Force: superspie in missione, ed è ovviamente girato in 3d.
Aridatece "Alvin and the Chipmunks". In cartone. A due dimensioni.

Mani di velluto
Ehi ragazzi, lo sapete che possiamo divertirci ancora per poco più di tre anni? Eh già, perché secondo il calendario Maya il mondo finirà il 21 dicembre 2012, minuto più, minuto meno. A quel tamarro pesantissimo di Roland Emmerich non è parso vero: i Maya sono morti tutti, quindi nessun problema di diritti d’autore, e le catastrofi sono pane per i suoi denti. Ladies and gentlemen, 2012.
Ma perché non farlo uscire il 22 dicembre di quell’anno? Così, per scaramanzia, no? E invece esce il 13 novembre di quest’anno.

Aridarko
Ehi, vi ricordate di Donnie Darko, unodeicentofilmpiùbellidellastoriadelcinemasecondogliutentidiimdb? Io non più tanto, ma ci pensa Chris Fisher a farci ripassare con S. Darko, uno dei sequel meno richiesti della storia del cinema. Niente, S. sta per Samantha, la sorella di Donnie. Speriamo, ora, nel controllo delle nascite. Il film esce il 21 agosto.

G.I. No
Chissà se uscirà davvero l’11 settembre (!) questo film, G. I. Joe – La nascita del Cobra, che ha già vinto il premio come peggior reazione del pubblico a una preview negli annali del cinema USA. La mania di pupazzielli fa presa anche sui giocattolini militareschi, ma del resto pare che ci sia in ballo anche un film sul Monopoli. Attendo con ansia quello sullo Scarabeo.

Genova per lui
A Colin Firth muore la moglie, e decide quindi (?) di trasferirsi a Genova con la famiglia, cioè due figlie: una piccola che somatizza e una grande che scopa a destra e a manca. Il film esce tra un mesetto, si chiama Genova (ma va’) e lo dirige Michael Winterbottom.
Almeno non è ambientato nel luglio 2001. Speriamo.

@mbè
Valeria Solarino scopre di essere lesbica e si innamora di Isabella Ragonese. Solo che siamo a Favignana nell’800, e capite, allora era un casino, Adesso, invece… Donatella Maiorca è feticisticamente legata a un nome e quindi, dieci anni dopo Viol@, "il primo film sul sesso virtuale", torna con Viola di mare, previsto per il 16 ottobre. Le musiche sono di Gianna Nannini e Vladimir Luxuria non compare nel cast.

Lega(mi) duri a morire
Segnatevi la data: il 9 ottobre esce Barbarossa di Renzo "Umberto" Martinelli. Rutger Hauer fa Barbarossa, Raz Degan fa Alberto da Giussano, in molti rifanno la Storia.
Si potrà andare al cinema e poi giustificarsi dicendo di essere solo l’utilizzatore finale della pellicola?

Patè de bourgeois
Pippo Delbono sta con Tilda Swinton, ma sono in crisi per colpa di Marisa Berenson. Fantagossip? No, Io sono l’amore, ultimo film di Luca Guadagnino, che ultimamente ci ha regalato Melissa P. Unico motivo di interesse, la presenza di Diane Fleri, che amo segretamente da qualche anno. Lascia un commento, Diane, che poi ci mettiamo d’accordo.

Francesco

7 Comments

  1. anonimo
    Posted 31 luglio 2009 at 22:39 | Permalink | Rispondi

    Aridatece il duro mestiere del critico!
    All’idea di mandarvi a vedere “Barbarossa” non sto più nella pelle (cosa volete farci, sono un sadico senza cuore)!!!

    Flavio

  2. anonimo
    Posted 5 agosto 2009 at 18:24 | Permalink | Rispondi

    mi dispiace, sono lesbica. e me la spasso a Favignana dove ho fregato la fidanzata a Valeria Solarino.
    diane

  3. anonimo
    Posted 6 agosto 2009 at 12:17 | Permalink | Rispondi

    l’oscar a nicholas cage potrebbe essere il segnale definitivo della fine del mondo.

    gig.

  4. anonimo
    Posted 7 agosto 2009 at 10:07 | Permalink | Rispondi

    caro Francesco, l’analisi preventiva è ottima, aspettiamo con ansia il consuntivo dopo l’attenta visione a cui ti sottoporrai spontaneamente

    p.

  5. anonimo
    Posted 17 agosto 2009 at 17:07 | Permalink | Rispondi

    paolo, se passi e leggi..mi fai ‘un coccodrillo’ su tullio kezich.. dal quale si intuisce che, tutto sommato, dobbiamo ringraziarlo un pò tutti..?
    grazie

    barbara

  6. anonimo
    Posted 18 agosto 2009 at 18:04 | Permalink | Rispondi

    un applauso anche al coraggio deltitolo viola di mare. il libro si chiama minchia di re.

    lonchaney

  7. anonimo
    Posted 22 agosto 2009 at 07:55 | Permalink | Rispondi

    Anteprima: la nuova edizione di SecondaVisione durerà 7 minuti e mezzo e sarà condotta dalle due bigliettaie (quelle sotto il portico) del cinema Odeon.

Pubblica un Commento

Required fields are marked *

*
*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: