Il Morandini 2010 e la ricetta della buona recensione

I cinefili, si sa, si dividono tra mereghettiani e morandiniani: proprio sotto Natale, per ovvi motivi commerciali, escono le edizioni dei due dizionari di cinema più venduti del Paese (uno ogni anno, l’altro ogni due). Noi non ci schieriamo, ma ci è capitato più di una volta di sentire Morando Morandini, in occasione delle nuove edizioni del librone edito da Zanichelli. Perché? Non lo sappiamo. Probabilmente perché la Baldini, Castoldi e Dalai non ci scrive per intervistare Mereghetti, chissà.

Comunque, è sempre un piacere parlare con Morandini, uno dei decani della critica italiana, una delle firme che hanno fatto del parlare di cinema sui giornali un contributo essenziale al sempre più carente dibattito culturale del Paese. Abbiamo iniziato la nostra chiacchierata dal concetto di… seconda visione. No, non la nostra misera trasmissioncina, ma proprio il perché rivedere i film. E da lì, siamo arrivati a parlare dei segreti della buona recensione. Mica pizza e fichi.

Morando Morandini

Annunci

Pubblica un Commento

Required fields are marked *

*
*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: