Maniac, William Lustig, 1980

Una coppia dorme sulla spiaggia, presumibilmente dopo l’ammore. Qualcuno la spia attraverso dei binocoli: lo soggettiva ottica è accompagnata da quella uditiva, con un pesante respiro che cadenza le prime sequenze del film. Poco dopo i due vengono sgozzati, e noi iniziamo a vivere “con” l’assassino. Si capisce dai primi minuti che in Maniac non c’è l’ombra della suspense, e manco ci vuole essere. Nello stesso anno in cui esce questo film, firmato da un venticinquenne, con gli effetti speciali di Tom Savini (che si ritaglia anche la parte di una vittima del maniaco), esce anche Venerdì 13, che codifica lo splatter, diventando un capostipite di una saga e di innumerevoli copie più o meno riuscite.

Maniac, invece, rimane a metà: rilevante, infatti, è l’ambientazione urbana (assai diversa dai laghi della serie di Jason Voorhees). Da un lato la città di New York, in cui è ambientato il film, dal mare di Long Island agli alberghetti di Times Square pre-Giuliani, è messa in scena nel tipico modo degli anni ’70. Echi di Un uomo da marciapiede, ma anche di film molto vicini a questo, come The Driller Killer, e di cult movie come I guerrieri della notte si colgono qua e là nelle riprese di Lustig. D’altro canto la dose di gore e, nella seconda metà del film, un certo modo raffazzonato di mostrare la follia venata di soprannaturale, anticipano quella corrente estrema e talvolta demenziale che caratterizzerà gli horror anni ’80, sfociando poi in film pericolosamente contaminati con la parodia (senza arrivare ai manifesti espliciti e furbi della serie Scream). Maniac, tra ovvi momenti che dichiarano la poca esperienza del regista e i pochi soldi a disposizione, e altri in cui (come nell’inseguimento in metropolitana) si nota che la mano c’è,  rimane quindi un anello di congiunzione interessante per capire un momento di passaggio spesso risolto in maniera troppo frettolosa e “binaria”.

Money Shot: Zito, il maniaco, viene ferito a morte nel cimitero e crolla sulla tomba della madre quando, ad un tratto, lo zombie della stessa esce dal sepolcro e lo acchiappa. Wow.

IMDB | Trailer

Annunci

Pubblica un Commento

Required fields are marked *

*
*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: