Consigli non richiesti per i responsabili dei casting/5, Camilla Filippi

Ma come faremmo noi cinefili italiani se non avessimo la sempre bravissima Margherita Buy e la sempre bravissima Giovanna Mezzogiorno? Sarebbe difficile, certo. Tuttavia le due ottime professioniste testè citate non sono le uniche attrici italiane con più di 28 anni. Anche questa settimana secondavisione si fa i cavoli degli altri e propone agli amici dei casting facce e nomi di attori e attrici che a volte sono usati, a volte non sono usati, ma di sicuro potrebbero essere usati di più.

Chi è? Camilla Filippi, 31 anni compiuti da poco.

Dove è che l’ho già vista? Tanti tanti anni fa in Estate romana di Matteo Garrone. Poco cinema in parti secondarie e tanta tv. L’anno scorso è stata Valeria in Tutti pazzi per amore 2, la collega femme fatale che mette in crisi l’unione di Paolo (Emilio Solfrizzi) e Laura (Antonia Liskova).

Com’è? Minuta, attraente, coi capelli rossi e l’aria molto volitiva. In Tutti pazzi per amore 2 dovrebbe fare la rivale fetentona della protagonista, ma di fatto le ruba senza appello la scena. Forse anche causa della freddezza mostrata (volontariamente?) da Antonia Liskova. Giocando con gli sguardi e con un un controllo di voce al limite dell’esitazione riesce a rendere credibile il suo folle innamoramento per Emilio Solfrizzi, e non è davvero poco.

Cosa potrebbe fare? L’esperienza di Tutti pazzi suggerisce che, tra qualche anno o con un regista in grado di osare, sarebbe una bellissima drama queen, di quelle che piangono, si attaccano alle tende, ma mantengono dignità e carisma. Ha dimostrato di avere il fisico e la presenza per essere un’ottima disturbatrice di trame idilliche, gli sceneggiatori delle mille commedie che si girano ogni anno potrebbero, forse, tenerne conto.

Chi le ha rubato il lavoro? Nessuna collega in particolare. Forse Isabella Ragonese. Forse Violante Placido. Forse Valeria Golino (tenendo conto dell’età diversa, eh), che  ricorda molto anche nella voce. Vale anche per lei il discorso che si era fatto per Isabella Cecchi e per tutte le attrici tecniche, belle ma non straordinariamente bellissimissime: il cinema italiano pare non prendere in considerazione questa tipologia di professionalità. Di nuovo: peccato.

Annunci

2 Comments

  1. babidec
    Posted 27 ottobre 2010 at 09:09 | Permalink | Rispondi

    Ti prego, non dirmi che ti sei perso questa cosa fantastica che seguivo da adolescente: http://www.youtube.com/watch?v=pwrFHT5upyg! Penso sia stata la primissima cosa che ha fatto la Filippi (ottima attrice e, a mio modestissimo quanto femminilissimo avviso, gran bella donna!). Per la cronaca, nella serie lei interpeta l’amica del cuore di Brando De Sica, insopportabile capoclasse del quale è segretamente innamorata e che ovviamente non la fila perchè non abbastanza figa e perchè, se non ricordo male, già cotto perso della Capotondi (cosa che avrebbe fatto arrabbiare qualunque adolescente poco attraente …). Mi pare che, con gli anni, il ruolo sia cambiato ma di pochissimo. In Tutti Pazzi, porella non era mica colpa sua!La disturbatrice, ad ogni modo, le riesce bene perchè ha il tipico aspetto dell’acqua cheta…rarissimo!

  2. paolo
    Posted 27 ottobre 2010 at 17:37 | Permalink | Rispondi

    Ti devo deludere: me lo sono perso. Nel 2001, pensa che scellerato, la tv la guardavo pochissimo, da vero studente un po’ così. Ho visto delle repliche, ritrasmesse credo per sfruttare il traino di “Ho voglia di te” e della coppia Chiatti-Scamarcio.
    Grazie per la dritta: la vera controparte di Camilla Filippi è proprio Cristiana Capotondi, che è quasi coetanea e un po’ le assomiglia (e che, per inciso, a me non dispiace). Nell’ultimo film di Mazzacurati, per dire, sarebbe stata perfetta.
    Comunque grande cast quello di “Compagni di scuola”, c’è anche Paola Tiziana Cruciani, un’altra di cui vorrei parlare qui…

Pubblica un Commento

Required fields are marked *

*
*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: