Monthly Archives: dicembre 2010

Se proprio non ne possiamo fare a meno…

E allora, in mancanza della versione di Silvio, non resta che concentrarsi sul film. Senza ironia e senza moralismo. Grazie di cuore a Claudia Morgoglione per aver spiegato, in quattordici parole e meglio di qualsiasi dotta analisi, quali sono le cose che interessano davvero – e in quale ordine – a chi scrive di cinema […]

In un mondo migliore, Susanne Bier, 2010

Dopo l’infelice parentesi americana di Noi due sconosciuti, Susanne Bier torna in Danimarca per In un mondo migliore: un film cupo e teso (candidato danese all’Oscar) che non nasconde il suo intento di essere una riflessione sulla violenza. Riflessione universale, grazie al fatto che Anton, uno dei protagonisti interpretato da Mikael Persbrandt, è un medico […]

Regalo di Natale

Caro Babbo Natale, scusa per la lettera ritardataria. Se faccio ancora in tempo vorrei chiederti un altro regalo, in sostituzioni di quello per cui si era già d’accordo. Ieri sera ho visto In un mondo migliore di Susanne Bier. No, questa non è la recensione. Per quella devi aspettare domani, la scrive Francesco. Questo è […]

Sunday Trailer Fever

E le trovate qui. Mamma mia. Detto questo, pronti a una carrellata di trailer forti forti? The Tree of Life, Terrence Malick, 2011 Paul, Greg Mottola, 2011 Fast Five, Justin Lin, 2011 Water for Elephants, Francis Lawrence, 2011 Kill the Irishman, Jonathan Hensleigh, 2011 Limitless, Neil Burger, 2011 Take Me Home Tonight, Michael Dowse, 2011 BONUS: Dopo […]

“Questo non era Scilipoti…”

Grazie a viros.it per il video in hd. “La realtà, nelle immagini del cinema italiano, corrisponde all’immagine distorta, capovolta, deforme che se ne fa il soggetto, è sempre qualcosa di tragicamente risibile e di eroicomicamente inconsistente: inaccessibile al soggetto, così come è inaccessibile al cinema, se non nelle forme della alterazione caricaturale della deformità comica. […]

Quasi quasi esco…

Il lettore Marpo commentando La donna della mia vita (che non ha visto!) suggerisce come se fosse nulla un argomento che mi piace molto. Uscire dal film. Non nel senso di Tom – Jeff  Daniels ne La rosa purpurea del Cairo, ovviamente. Nel senso di andarsene, lasciare la sala rumorosamente affinché tutti sappiano che il […]

Goodbye, Blake…

Carlos, Olivier Assayas, 2010

E adesso anche la Francia ha il suo personale Romanzo Criminale. Le donne, i cavalier, l’arme, gli amori, le cortesie, l’audaci imprese di Carlos lo Sciacallo, al secolo Ilich Ramírez Sánchez, il terrorista che per vent’anni terrorizzò e affascinò l’occidente diventando l’uomo più ricercato dell’epoca. Olivier Assayas, dai tempi della Nouvelle Vague forse il più […]

Incontrerai l’uomo dei tuoi sogni, Woody Allen, 2010

Io mi ricordo la definizione di “autore” applicata in campo cinematografico, l’ho studiata anni or sono, ma più o meno diceva che l’autore è uno che, nella sua opera, convoglia il suo punto di vista sulle cose del mondo in maniera coerente, occasione per occasione. Un punto di vista personale, ben specificato e riconoscibile, ma […]

Il responsabile delle risorse umane, Eran Riklis, 2010

In un attentato suicida nel cuore di Gerusalemme muore una giovane immigrata, Yulia Petracka, addetta alle pulizie nel più grande panificio della città santa. Ma il suo nome risulta essere ancora tra gli stipendiati dello stabilimento, il cedolino paga è uno dei pochi elementi di riconoscimento che le sono stati ritrovati addosso, nessuno viene a […]