La rassegna stampa del sabato

Se non avessi già un impegno… Purtroppo il 25 giugno ho promesso di essere da un’altra parte, se no niente potrebbe impedirmi di raccogliere l’invito di Katy Perry e partecipare allo SmurfDay, il giorno dei Puffi organizzato per lanciare il film che arriverà ad agosto (settembre nel Belpaese).

The Tree of Life. Visto che noi non abbiamo scritto nulla sul film di Malick (ma ne abbiamo parlato!) recuperiamo la recensione di Matteo Bordone.

Il cerchio si chiude? Il 2010/2011 è stato un annus piuttosto horribilis per la Filmauro, che ha visto scricchiolare dopo tanti anni la formula del cosiddetto cinepanettone, per via degli incassi deludenti di Natale in Sudafrica e dell’insuccesso senza mezzi termini di Manuale d’amore 4 e Amici miei – Come tutto ebbe inizio. Per il prossimo anno il cinepanettone torna allora alle origini e come nel 1983 si gira a Cortina.

A proposito. Già che parliamo di cinepanettone, è da leggere in lungo e in largo il blog di Alan O’Leary, studioso di base a Leeds, che ha dedicato diversi mesi della sua vita  allo studio di questo fenomeno del cinema italiano. L’ultimo post è nei fatti un breve e splendido saggio sull’utilizzo della musica nei film di questo filone (o genere?).

Torna a grande richiesta. Kristin Thompson risponde alla domanda: lo stacco di montaggio grazie al quale, in 2001 Odissea nello spazio, l’osso lanciato dalla scimmia umonoide si trasforma in astronave è da considerarsi jump cut?

One Trackback

  1. […] nazionale? Alan O’Leary, di cui abbiamo già parlato altre volte, prosegue il disorso sul cinepanettone e anticipa sul suo blog alcuni contenuti di un […]

Pubblica un Commento

Required fields are marked *

*
*

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: