La rassegna stampa del sabato

“La risposta a una domanda che nessuno aveva fatto” (copyright fedemc). Già il titolo, Tamarreide, con quel suffisso “-eide” epicizzante, non prometteva bene. Il programma, però, è se possibile anche peggio. In sintesi Italia 1 ha messo insieme 8 giovani di varia estrazione sociale e dal gusto vagamente eccessivo (4 maschi + 4 femmine, come alle feste delle superiori) e li fa girare in pullman per il paese, sottoponendoli a prove come il rimorchio in discoteca, la lingua in bocca e via così. Ricorda qualcosa? Chiaro, Jersey Shore, la trasmissione di MTV di cui tutti i giornali parlano, ma che nessuno sa di preciso che successo abbia in questo paese. Prima puntata lunedì 13 e ascolti scarsini (meno dell’8%). Ci sarebbe parecchio da dire sulla trasposizione Guido/Tamarro, ma per ora lasciamo parlare le stroncature di Aldo Grasso per il Corriere e Francesco Specchia per Libero. Ah, immancabile richiesta di chiusura del Codacons.

Meglio tardi che nulla. Decisamente troppo tardi, visto che resta un solo appuntamento, va però segnalata la piccola e necessaria rassegna che Teatri di Vita (Bologna) dedica a Corso Salani a un anno dalla sua morte. Questa sera, appunto, i due film interpretati da Salani e diretti da Andrea Adriatico: Il vento, di sera e All’amore assente.

Rai Cinema. La sezione cinematografica dell’azienda tv di Stato produce tantissimo e se ne vanta parecchio, a torto o a ragione. Qua un resoconto sull’anno appena trascorso.

Llorando. Se anche voi non avete capito nulla di Mulholland Drive potete continuare a farlo, ma nell’esclusiva cornice del Club Silencio che aprirà presto, con la benedizione di David Lynch, a Parigi.

Pubblica un Commento

Required fields are marked *

*
*

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: