Category Archives: Polemiche

Tutta colpa di Méliès

Da più parti si è parlato di un ridicolo intervento di Roberto Faenza su Repubblica a proposito di Avatar. La tesi di Faenza è semplice, per non dire sempliciotta: Avatar è la testa di ponte di un nuovo modo di fare cinema (probabile) che ha invaso le sale italiane (matematicamente vero) e che farà morire […]

(500) Day of Spider-Man. Magari pure con Robert.

Mentre sulla carta stampata dei nostri amati giornaletti si consuma l’ennesimo crimine, il mondo del Cinema si prepara a darci un altro coppino a tradimento. Avrete sicuramente letto la notizia per cui il nostro amico Sam Raimi ha abbandonato il progetto  Spiderman 4 e di come la Sony abbia deciso di realizzare un reboot della […]

If you drop me, I’ll erase you

Le malefatte della distribuzione: quante volte ne abbiamo parlato, anche in trasmissione? Ci sono un mucchio di film stranieri che subiscono una rititolazione italiana quanto meno grottesca. Sulla home odierna di repubblica.it è segnalato un sondaggio di trovacinema, che invita a votare il titolo più brutto. Ci sono i classici recenti, come l’irrinunciabile Eternal Sunshine […]

Mala tempora currunt, se il mondo ha bisogno di fiabe e se si è persa la capacità di riconoscerle. Ovvero, detto meno trombonescamente (parlo come mangio, essì): come cazzo ha fatto The Millionaire a vincere il Golden Golden Globe? E pure regia e sceneggiatura? I complottisti si fanno largo: Curry allucinogeno circola tra la stampa […]

Incubi ad occhi aperti Si riesce ad immaginare qualcosa di peggio di un remake de "Il buono, il brutto e il cattivo" diretto da Steven Soderbergh e interpretato, nell’ordine da Brad Pitt, Benicio del Toro ed Adrien Brody. Io non mi figuro nulla di più terrorizzante. manu

NOCERA È INFERIORE PERCHÉ HA DATO I NATALI A INDIVIDUI IGNORANTI E REAZIONARI COME VOI La notiza è questa: Afef è al Festival di Cannes. Visto che la nostra stampa è quella che è, qualcuno deve aver pensato che ciò che la signora Tronchetti Provera pensa sui film da lei visti, sia per noi interessante. […]

Giudizi buttati là   Juno di Jason Reitman   Professionale, scritto bene, fa ridere, emozionare, in una parola paraculo. In un universo armonico dove conflitto, disagio, emarginazione sono banditi, e tutti sono fighi. Più vicino ai Teletubbies che a Gus Van Sant, più vicino a Susanna che ai Tenenbaum. Praticamente il demonio. Ma nel mondo […]

Parlami d’amore, ovvero l’Into the Wild italiano. Non sembra pure a voi che questi due si assomiglino un po’? Ma sì! Infatti anche i rispettivi film hanno parecchi punti in comune, che rendono l’opus primum mucciniano una specie di Into the Wild della Controriforma. Svolgimenti diversi, ma assi narrativi spesso paralleli. Non ci credete? Leggete […]

Dogma Sundance 2008 (versione post visione de La famiglia Savage, o meglio The savages perché i titolisti italiani non capiscono nulla).   1)      Nessun personaggio può essere ridotto alla seguente formula (essere umano normodotato) + x. Per x si intende caratteristica bizzarra che lo rende simpatico, unico, e dotato di una vita degna di essere vissuta. […]

Aggiornamenti nella superclassifica dei generi cinematografici più insopportabili Con la vittoria ai Golden Globes di Espiazione cambia la classifica dei generi più insopportabili. Quarto posto (In costante discesa): Minoranze che bevono, ballano e sparano per aria (era primo nel 1999, ma è stato sconfitto da inevitabile variazione dello Zeitgeist) Terzo posto (stabile): superproduzione hollywoodana – con […]