Category Archives: stagione 2004 2005

INSIDE GOLA PROFONDA, Fenton Bailey & Randy Barbato, USA, 2005 Documentario della HBO sul film pornografico più famoso della storia del cinema, il primo ad essere uscito nelle sale e, a causa o per merito dei suoi famosi problemi legali, capace di sollevare interessanti discussioni sull’idea d’intrattenimento e sullo spettacolo cinematografico in genrale. Bailey e […]

Sin City, Robert Rodriguez e Frank Miller, USA 2005 So di rubare questo post a FedeMC, ma gli ho chiesto il permesso. E approfitto per ringraziarlo per avermi prestato gli albi di Miller. Oh, veniamo al film. Non sono un esperto di fumetti, ma mi è capitato di vedere qualche film tratto da fumetti, sia […]

QUO VADIS, BABY? di Gabriele Salvatores, Italia, 2005   Innanzitutto due rischi che correva il film. Il primo è la ricaduta nel genere “film ambientato a Bologna”. Bologna è uno dei pochi luoghi del paesaggio italiano che, in un film, riesce a dettare la struttura dell’azione e l’appartenenza a un genere. Come accade nell’ambientare un […]

 CLEAN, Olivier Assayas, Francia, 2004 Emily ha perso tutto per una dose: quella che si è portata via Lee, compagno di vita, di musica e di eroina. Per una dose, Emily ha perso l’amore e la libertà, ma soprattutto un figlio, affidato ai nonni paterni. Solo quando ritornerà pulita, fisicamente e mentalmente, Emily potrà riabbracciarlo. […]

LA MASCHERA DI CERA, Jaume Collet Serra, USA, 2005 Di questo remake del film House of Wax del 1953 con Vincent Price (prima produzione major in 3 -D) c’è ben poco da dire, e quello che c’era da dire l’ha già detto Kekkoz qui.  La cosa che colpisce maggiormente (oltre a quelle due o tremila […]

STAR WARS III: LA VENDETTA DEI SITH, Geoge Lucas, USA, 2004 Ok, è andata: è finita la più lunga e importante saga della storia del Cinema. Finisce  qualcosa (dato personale inutile) nato contemporanemanente a chi scrive, una saga che poche altre è riuscita a bucare lo schermo cinematografico e a condizionare l’immaginario di ben due genrazioni di […]

Last days di Gus Van Sant, USA, 2005   La caratteristica che faceva di Elephant un grande film era la peretta coerenza tra spazio (le passeggiate nei corridoi), tempo (la ripetizione degli eventi, mai azioni, osservati da diversi punti di vista) che rendeva flebili e quasi scollegava i legami di causalità. Per cui, attraverso un […]

Crimen Perfecto di Alex de la Iglesia Prologo: luogo non definito, completamente bianco, di modo che non si vedano nemmeno i contorni della stanza bianco. Dialogo tra venditore scarso e cliente rompipalle. Si scopre che è una lezione per addestrare efficientissimi addetti alle vendite. Secondo prologo: Rafael, indirizzandosi direttamente allo spettatore con uno sguardo in […]

Troppo belli, di Ugo Fabrizio Giordani, 2005 La prima idea per questo post è stata quella di scrivere la storia del film, in maniera dettagliata e precisa. Ma perché tanto sforzo, soprattutto quando la trama è stata puntigliosamente esposta ieri in trasmissione? Quindi userò il blog per delle considerazioni sul film, permettendo, nello stesso tempo, a […]

Il ritorno del Monnezza, Carlo Vanzina, Italia, 2005 Il film di famiglia oramai è il paradigma della cinematografia italiana, non so di quella alta, sicuramente di quella bassa e medio-bassa. Tra Placido che denuda la figlia, De Sica che fa outing cantando, i vari esponenti della fam. Argento, tutto diventa istantanea sul privato. Anche il citazionismo, che […]