Tag Archives: Mostra del Cinema di Venezia

Shame, Steve McQueen, 2011

Eccolo infine il film più scandaloso dell’anno, quello che avrebbe dovuto mostrare al mondo la nudità integrale di Michael Fassbender e illanguidire sensi ed occhi con il godimento di un erotismo sfacciato, e titillante le più segrete fantasie. E invece l’opera da censurare per eccellenza di questo anno cinematografico, Shame, lungi dall’essere un nuovo ultimo […]

Il villaggio di cartone, Ermanno Olmi, 2011

C’è un vecchio prete di provincia (Michael Lonsdale), una chiesa che viene svuotata degli arredi sacri, inutili, un sacrestano (Rutger Hauer) che guarda con distaccata indifferenza il crocifisso ligneo calato a terra dagli operai, mentre il vecchio prete invoca pietà ripetendo a bassa voce un lamentoso kirieleison. Una chiesa, simbolicamente, smontata, svuotata della propria funzione […]

Terraferma, Emanuele Crialese, 2011

Crialese è ossessionato da alcuni temi: il mare, innanzitutto, ma anche le persone che ci abitano vicino, ci cascano dentro, ci viaggiano sopra, per lavoro o per necessità. Di questo ha parlato in Respiro, dove però c’era un sentimento panico e ferino più presente, e in Nuovomondo, di cui Terraferma riprende il tema “migratorio”. Ma […]

My Son, My Son, What Have Ye Done, Werner Herzog, 2009

Lo ammetto. Ho provato un certo brivido nel vedere accostati, nei titoli di testa del film, sia il nome di David Lynch che quello di Werner Herzog, il primo nei panni di produttore, il secondo in quelli di regista. Un brivido di emozione perché, nonostante sia passato qualche anno, l’eco e la portata di quel […]

La pecora nera, Ascanio Celestini, 2010

E’ il film la cui inclusione nel concorso dell’ultima Mostra del Cinema ha fatto incazzare diversi alti papaveri, nonché indirettamente Pupi Avati, e per questo dovrebbe starci simpatico. Celestini poi, piaccia o meno, ha avuto il merito (insieme ad altri, beninteso) di riavvicinare molta gente al teatro e alle forme dell’oralità. Ma non possiamo non […]

La passione, Carlo Mazzacurati, 2010

Lo spunto pare sia parzialmente autobiografico: un regista fermo da cinque anni, Gianni Dubois (Silvio Orlando), si trova “imprigionato” in un paesino della Toscana e costretto dalle autorità comunali a dirigere la rappresentazione sacra della Passione di Cristo; il tutto tra mille difficoltà e nel disperato tentativo di rilanciare la sua carriera grazie all’inaspettato interesse […]

The Road, John Hillcoat, 2009

A me Ferzan Ozpetek mette tristezza. A me mette tanta tristezza che la rappresentazione degli omosessuali in un film italiano datato 2010 passi attraverso battute come: “ci siamo incontrati al buco!” o quell’altra dove si ammicca alla frase “il principe del foro!“. Penso sia proprio deprimente. C’è a qualcuno a cui queste cose fanno ridere. […]