Tag Archives: oscar

Hugo Cabret, Martin Scorsese, 2011

E’ curioso che due dei film più importanti in lizza per gli Oscar 2012 siano omaggi alle origini del cinema. Da un lato la magica fascinazione nostalgica del cinema muto (The artist), dall’altra la favola che celebra l’altra favola, quella del cinema di Melies e del suo regno di sogni in celluloide, nell’Hugo Cabret di […]

London Boulevard, William Monahan, 2010

La stagione inizia a languere: è per questo che domani avremo nella scaletta della puntata il debutto dello sceneggiatore di The Departed, che con il film di Scorsese si era anche portato a casa un Oscar. William Monahan, quindi, scrive e dirige questo London Boulevard che, diciamolo subito, è un film che personalmente rischio di […]

Un gelido inverno, Debra Granik, 2010

Ree Dolly ha 17 anni ma non ha tutto questo tempo per accorgersene. Vive con due fratelli piccoli e una madre catatonica in una landa boscosa, nelle viscere montagnose di un’America che più profonda non si può, altopiano Ozark , Missouri, in una desolante povertà. Il padre Jessup, spacciatore di droghe sintetiche che vengono prodotte dagli abitanti della […]

2011 Academy Award: due commenti a caldo

Che poi non è che uno può dire che Il Discorso del Re sia un brutto film, ci mancherebbe altro, eppure c’abbiamo un po’ l’amaro in bocca. In primo luogo perché ci sta l’Oscar a Colin Firth, ci sta quello alla sceneggiatura e pure quello come miglior film (cioè, se ne può discutere, ma ci […]

Black swan, Darren Aronofsky, 2010

Ho letto da qualche parte che tra le dieci regole per vincere l’Oscar a colpo sicuro ci siano quelle di recitare con accento bostoniano, di essere Jeff Bridges o di presentarsi alla cerimonia degli Oscar col pancione.  Ora, possiamo chiudere la questione qui, essendo Natalie Portman in dolce attesa.  A ciò si aggiunga che la sua […]

La donna che canta, Denis Villeneuve, 2010

Quando è uscito nei cinema La donna che canta, ne ho letto la trama velocemente e ho pensato “Ah, sì: ho visto il trailer. Medio Oriente, ricerca della madre, fratelli, famiglia… No, dai.” Poi ho letto che il film era rimasto tra quelli candidati all’Oscar come migliore film straniero e che concorreva per la cinquina […]

His name was Barry, John Barry.

S’è spento a 77 anni il grande John Barry, compositore al servizio segreto di Sua Maestà. Cinquant’anni di carriera, undici colonne sonore dei film di James Bond in curriculum e ben cinque Oscar messi lì sulla libreria. E, come testimonia la foto qui sopra, era pure tanto figo.

American life, Sam Mendes, 2009

Non banale ragionare sullo status genitoriale ai nostri giorni, con tutto ciò che separa la nostra generazione (di trentenni in fuga precipitosa verso i quaranta, bamboccioni, probabilmente falliti, senza alcun dubbio privi di un centro di gravità permanente, o in fuga perenne e consapevole da esso) da quella dei nostri genitori, dove era più facile “fare” […]

In un mondo migliore, Susanne Bier, 2010

Dopo l’infelice parentesi americana di Noi due sconosciuti, Susanne Bier torna in Danimarca per In un mondo migliore: un film cupo e teso (candidato danese all’Oscar) che non nasconde il suo intento di essere una riflessione sulla violenza. Riflessione universale, grazie al fatto che Anton, uno dei protagonisti interpretato da Mikael Persbrandt, è un medico […]

Precious, Lee Daniels, 2009

Una delle cose più curiose che ho rilevato su Precious è che la protagonista quasi oscarata Gabourey Sidibe da mesi ormai ripete nelle interviste che Precious non è lei. Ora sarebbe interessante comprendere da dove nasce questa necessità impellente di presa di distanze. Dopo aver visto il film, e riflettuto su di esso, comprendiamo che […]