Monthly Archives: marzo 2004

Il contrappasso? Per vedere Il vangelo secondo Matteo di Pasolini restaurato in sala si sono dovuti attendere i deliri sanguinolenti del moderato Mel. Marketing come principio teologico? manu Annunci

Six Feet Under Prima considerazione: non sento alcun bisogno di sentirmi intelligente perché ho guardato e apprezzato un’opera di nicchia su una televisione generalista. Quindi, spero che non ci sia vociare di censori e Guardiani della Pubblica Morale, che credono che con un bacio gay in TV alle 21.45 le nuove generazioni trasformeranno la nostra […]

Le regole dell’attrazione, Roger Avary, USA 2002 Portare sullo schermo un libro di Bret Easton Ellis è sempre un’impresa titanica, difficilissima. Ho già avuto modo di dire quanto deludente fosse stato l’American Psycho di Mary Harron. Ma sono andato a vedere Le regole dell’attrazione con speranza, ricordandomi delle buone critiche che aveva ricevuto il film […]

A me Coffee and cigarettes non è piaciuto per niente, a differenza di Francesco. E non sono nemmeno un appassionato dei Tesla come Valido per poter gioire della loro memoria evocata da Meg White. Ho un piacere che presuntuosamente vi propongo come ancora più sottile: mi è tornato in mente il concorso con cui uno […]

Alla Fine Arriva Polly, John Hamnburg, Usa, 2003   Il film che in America ha messo in difficoltà addirittura il plurimremiato terzo capitolo de Il Signore degli Anelli, l’evento comico dell’anno, si è rivelato una mezza delusione. John Hamburg, già sceneggiatore del fortunatissimo Ti Presento I Miei (tra poco arriverà il seguito), passa alla regia […]

Per essere diplomatici? Chi perdinirindina sono i votanti per i David di Donatello? Funziona come l’Academy? La grappa è migliore e si tracanna solo a garganella? Preso da egocentrismo a volte credo nella teoria del complotto contro questo blog: vogliono riempirci di livore, ma non cederemo. Ripenso che al Dogma che volteggia come lettera morta […]

Coffee and cigarettes, di Jim Jarmusch , USA 2003 Presentato fuori concorso all’ultimo festival di Venezia, l’ultimo film di Jarmusch nasce, quasi per gioco, nel 1986. Jarmusch ha appena finito le riprese di Daunbailò e gira un corto di sei minuti, surreale e rapidissimo, con Benigni e Steven Wright, la cui trama, semplicemente, non esiste, […]

Jeeper Creepers 2: Il Canto Del Diavolo, Victor Salva, USA, 2003 Non contento di aver visto il primo, e di aver conseguentemente perso l’amicizia di quei pochi che avevo portato con me, sono andato a vedere anche il secondo. Non ve lo nascondo, con qualche aspettativa. Infatti, come per il primo episodio, di questo film […]

TERRA DI CONFINE, Kevin Costner, USA, 2003 Kevin Costner può piacere o non piacere, ma è sempre stato un duro. Stanco di camminare in una Valleverde (che vergogna…) a causa dei suoi continui flop, ha deciso di tornare al cinema, passando per il genere che un tempo gli diede fama e notorietà. A quel genere […]

Uso privato di un mezzo collettivo Perdonate, soprattutto i coautori del blog, questo uso del mezzo, ma ne ho necessità. Se qualcuno che passa di qui sa di una stanza singola decente a Milano, a un prezzo che mi eviti di cedere in comodato d’uso i miei organi interni, gliene sarei grato tutta la vita. […]